Black Hole Deity «Lair Of Xenolich» (2021)

Black Hole Deity «Lair Of Xenolich» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
19.05.2021

 

Visualizzazioni:
208

 

Band:
Black Hole Deity
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Black Hole Deity [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Black Hole Deity

 

Titolo:
Lair Of Xenolich

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
- Chris White :: Vocals;
- Alec Cordero :: Lead Guitar;
- Cam Pinkerton :: Rhythm Guitar, Bass, Backing Vocals;
- Mike Heller :: Drums;

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
16' 23"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
05.02.2021

 

Etichetta:
Everlasting Spew Records
[MetalWave] Invia una email a Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Everlasting Spew Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli americani Black Hole Deity rilasciano questo Ep di debutto a cinque tracce intitolato “Lair Of Xenolich” per appena quindici minuti di ascolto, forgiando un death metal estremo di tutto rispetto. Tenuto conto dell’ispirazione a Hate Eternal, Nile, Morbid Angel e via dicendo, il quartetto riesce, attraverso le proprie forsennate andature, ad offrire un prodotto di discreto livello viste e considerate anche le ritmiche serrate e tutt’altro che scontate nei contenuti. Forti anche di momenti appena melodici, oltre che di un growl intenso quanto coinvolgente, il combo offre anche degli ottimi lead solo a decoro di brani vorticosi e deleteri. Tra la furia dei cinque brani la band come terza traccia si diletta su un contesto acustico, ai limiti di prova da conservatorio, dove tra lead e arpeggi si ritrova un ponte di collegamento tra le prime due tracce e le ultime due che meritano il dovuto rispetto sotto il profilo tecnico mentre, per quanto attiene la personalità non c’è poi molto da dire. Un buon esordio ma auspichiamo che in futuro questi convincenti Black Hole Deity forgino qualcosa di più personale.

Track by Track
  1. Razed Earth Edict 75
  2. Railgun Combat 70
  3. Hypersleep Dementia S.V.
  4. Multiverse Incantation 70
  5. Lair Of Xenolich 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 19.05.2021. Articolo letto 208 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.