Omega «Nebra» (2021)

Omega «Nebra» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
25.04.2021

 

Visualizzazioni:
518

 

Band:
Omega
[MetalWave] Invia una email a Omega [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Omega [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Omega [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Omega

 

Titolo:
Nebra

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Alexios :: Voce;
- Mike Crinella :: Chitarre, Synth, Piano;
- Adres :: Basso;
- Marco :: Batteria;

 

Genere:
Black / Doom / Ambient

 

Durata:
54' 9"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.04.2021

 

Etichetta:
Dusktone
[MetalWave] Invia una email a Dusktone [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Dusktone

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il percorso discografico degli Omega prosegue con l’uscita di questo secondo disco intitolato “Nebra”, in cui quattro brani sfiorano quasi l’ora di ascolto nell’ormai noto contesto che abbraccia Atmospheric Black Metal, Doom Metal, Dark Ambient, Avantgarde. Simbolicamente il tutto prende corpo dalla coverart del disco, frutto di un manufatto risalente all’età del bronzo, in cui sono insiti fenomeni astrologici che ispirano per la maggiore il conteuto dell’intero lavoro; vero è in sostanza che la band si propone lo scopo di effettuare un viaggio tra gli antichi misteri del nostro pianeta mettendo in relazione le antiche costruzioni delle cività con le costellazioni del firmament. Il concept offre un sound oscuro, opprimente, quasi ipnotico dove la lunga durata dei brani impernia attraverso I generi sopra elencati al punto da deliziare non poco l’ascoltatore libero di interpretare la struttura del disco come meglio ritiene opportuno. Come si accennava, pur se il lavoro prevalentemente dà l’idea di essere strumentale, in verità i momenti maggiormente opprimenti sono offerti dallo scream che compare inaspettatamente con urla al limite dell’umano; molto raffinate gli squarci acustici e I contesti ambient che rendono il tutto magnetico e in continua attrazione proprio per l’inaspettato che caratterizza in sostanza anche stilicamente l’operato della band. Ottima la produzione che finisce per rendere il disco completo e singolare nei contenuti. Un lavoro da apprezzare e avere a tutti i costi.

Track by Track
  1. Pleias 80
  2. Axis 80
  3. Ratis 80
  4. Qadraginta 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 25.04.2021. Articolo letto 518 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.