Vexillum «When Good Men Go To War» (2021)

Vexillum «When Good Men Go To War» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
21.04.2021

 

Visualizzazioni:
595

 

Band:
Vexillum
[MetalWave] Invia una email a Vexillum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Vexillum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Vexillum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Vexillum

 

Titolo:
When Good Men Go To War

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dario Vallesi - vocals
Michele Gasparri - guitar
Francesco Caprina - guitar
Francesco Ferraro - bass
Efisio Pregio - drums

 

Genere:
Power-Folk Metal

 

Durata:
1h 4' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.04.2021

 

Etichetta:
Scarlet Records
[MetalWave] Invia una email a Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Scarlet Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione


I Vexillum non sono sconosciuti per chi fa parte del mondo metal: grazie alla loro capacità di unire l’heavy al folk, i ragazzi hanno saputo creare un loro stile che li ha contraddistinti da altri nomi.
Il nuovo album è narrato (e suonato) durante un avventuroso viaggio in mare, come visibile dalla cover, con un’atmosfera che si fa più oscura rispetto al passato.
Undici tracce che possono confermare il talento, indiscutibile sino ad ora, della band.
Si inizia con la potente Enlight the bivouac, un lungo inno da stadio che alterna momenti più dolci a quelli più energici, sviluppata in modo da risultare dinamica.
Con Sons of a wolf continuiamo sulla scia di un metal in bilico tra un power e un epic ben studiato, sia a livello melodico che livello tecnico.
Si avvicina la battaglia attraverso le note di Voluntary slaves army, brano semplice e orecchiabile che mantiene comunque alto il livello del disco; When a good man goes to war mostra una maggiore verve e risulta convincete dal primo ascolto, sicuramente un must da palco.
La maestosa Last bearer’s song si lascia ascoltare con piacere, senza che ci siano particolari momenti di velocità o aggressività; all’opposto The deep breath before the dive si rivela energica e di forte impatto, un vero power speed metal con elementi melodici connessi alla cultura folk.
Mood leggermente più aggressivo si può percepire in Prodigal son; ci spostiamo direttamente nella magnifica Scozia con Flaming bagpipes, titolo assolutamente coerente, con una musica grintosa e potente accompagnata sapientemente da una base di cornamusa, il risultato è magistrale.
With my hands è un altro brano vigoroso che potrà trovare la sua massima espressione in un contesto live: cori, batteria e doppia cassa che incalzano il ritmo, chitarre spinte, tutti ingredienti da apprezzare non solo con le orecchie.
The tale of the three hawks si destreggia tra elementi puramente folkloristici attingendo energia da un pò di speed metal, ma anche una nota epica che non stona.
La conclusione avviene con Quel che volevo, un piacevole pezzo in lingua nostrana che ha un tocco poetico ben marcato, anche grazie all’esecuzione in chiave acustica.
I Vexillum non deludono le aspettative e conquistano con la loro musica e il loro stile che non risulta mai esagerato o troppo spinto. Sempre piacevole lo sfondo da highlands che permea ogni canzone facendoci vivere battaglie e viaggi quasi in prima persona.
When a good men go to war è un’opera ricca e a tratti introspettiva, piacerà un pò a tutti grazie alla sua versatilità e al notevole lavoro tecnico che è celato dietro la sua storia.

Track by Track
  1. Enlight the Bivouac 80
  2. Sons of a Wolf 85
  3. Voluntary Slaves Army 75
  4. When a Good Man Goes to War 85
  5. Last Bearer’s Song 80
  6. The Deep Breath Before the Dive 80
  7. Prodigal Son 85
  8. Flaming Bagpipes 85
  9. With My Hands 80
  10. The Tale of the Three Hawks 80
  11. Quel che volevo 90
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
82

 

Recensione di reira » pubblicata il 21.04.2021. Articolo letto 595 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.