Crawler «F.T.C.T.T.P.» (2004)

Crawler «F.t.c.t.t.p.» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Riccardone »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
2120

 

Band:
Crawler
[MetalWave] Invia una email a Crawler [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Crawler [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Crawler [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Crawler

 

Titolo:
F.T.C.T.T.P.

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Peppe : Lead Vocals
Antonio : Guitars, Lead Vocals
Luisa : Bass
Enzo : Drums

 

Genere:

 

Durata:
11' 54"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Quanto tempo dall'utlima recensione ... Dopo una lunga e meritata vacanza guarda guarda che mi ritrovo sulla scrivania ? Proprio il CD dei Crawler. Questa band nasce nel 1999 e pubblica il primo demo CD nell 2001, che grazie alla famigerata "In my compliant" riscuote un notevole successo. Tornano dopo tre anni di meditazione con F.T.C.T.T.P. (From The Chord To The Production), che sta ad indicare un concetto importante : l'album è stato suonato, registrato, mixato, masterizzato e pubblicato interamente dai Crawler stessi. Vediamo di cosa si tratta.
Dopo una prima traccia di intro eseguita in soli 9 secondi di atmosfera quello che emerge è il forte impatto sonoro del sound, una musica tanto cattiva quanto aggressiva. Il loro stile musicale si può definire "Jumping Metal", questo proprio grazie alle radici Tharsh dei vecchi Sepu e all'intreccio delle due voci graffianti e rauche, a tratti melodiche e mescolate ad agghiaccianti riffs di chitarra super-mega-distorta. La vera particolarità del gruppo si riscontra nella melodia generale dei brani, questo perchè oltra ad avere un suono devastante, tenebramente cupo e martellante riesce ad accattivare l'attenzione di chi ascolta, grazie anche ad una buona fantasia ritmica.
Che dire nel complesso ? Beh, un disco di sicuramente riuscito. Non essendo un genere musicale a me particolarmente piacevole, non posso fare a meno di esaltare la perfezione del missaggio e la grinta che ne fuoriesce dall'intero disco. Non ho riscontrato soli di chitarra o basso che mi hanno permesso di captare il bagaglio tecnico dei musicisti, ma essendo un genere Thrash, non mi potevo aspettare altrimenti. Comunque, a parte i complimenti a tutta la band, volevo rivolgere delle congratulazioni in special modo alla stupenda Luisa (bass-women), ma soprattutto alla mamma ... Bravi Ragaazzi!

Track by Track
  1. New 70
  2. Mislay1 75
  3. Mislay2 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Riccardone » pubblicata il --. Articolo letto 2120 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.