Mutual Hostility «Sacred Propaganda» (2020)

Mutual Hostility «Sacred Propaganda» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
13.03.2021

 

Visualizzazioni:
280

 

Band:
Mutual Hostility
[MetalWave] Invia una email a Mutual Hostility [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mutual Hostility

 

Titolo:
Sacred Propaganda

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
- Adam Joseph Roger :: vocals;
- Dan Gates :: guitars, bass;
- Eric Frabotta :: drums;

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
21' 8"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
28.11.2020

 

Etichetta:
Cult Of Parthenope
[MetalWave] Invia una email a Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Cult Of Parthenope

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli americani Mutual Hostility provenineti dall’Ohio, rilasciano “Scred Propaganda”, un Ep a cinque tracce che tanto sa di Cannibal Corpse, Nile, Morbid Angel e via discorrendo. Indubbiamente l’impronta del death metal americano prende subito il via attraverso un sound compatto e tagliente come un rasoio che non lascia il minimo scampo al più intransigente ascoltatore offrendo una linea compositiva di tutto rispetto fregiata oltretutto da un ottimo growl. Le cinque tracce per la durata complessiva di venti minuti si delineano in un ascolto velocissimo e anche abbastanza tecnico a cominciare da “Pyramid Of Hate” forte di una prepotenza unica e ricco di un buon lead in chiusura; segue poi “Endless Fall” dai tratti appena più melodici del precedente che ovviamente non si risparmia in potenza e velocità, ben delineata, e non banale; è poi la volta di “ Paranoid Mind Control” un brano un po’ alla Napalm Death anni ’90 forte ancora una volta di una contornante velocità e annessa grinta; si procede poi con “Imaginary Lines” altra mazzata questa volta pregna di groove che delineano al meglio la forza del trio; a chiudere, “Unforeseen Events”, nuova micidiale traccia che al meglio delinea lo stile, non troppo personale della band. Un esordio che mette alla prova una band ancora in fase di rodaggio ma che ben sa il fatto suo e lo dimostrerà presto con il suo primo full lengh che non deluderà affatto le aspettative.

Track by Track
  1. Pyramid Of Hate 75
  2. Endless Fall 75
  3. Paranoid Mind Control 80
  4. Imaginary Lines 80
  5. Unforeseen Events 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 13.03.2021. Articolo letto 280 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.