Hellraiders «Fighting Hard» (2020)

Hellraiders «Fighting Hard» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
20.09.2020

 

Visualizzazioni:
459

 

Band:
Hellraiders
[MetalWave] Invia una email a Hellraiders [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hellraiders [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Hellraiders

 

Titolo:
Fighting Hard

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
ThrasherLady :: vocals
Vince :: lead guitar
Sirio :: bass
Fabrizio :: guitar
Frank Scuderi :: drums

 

Genere:
Heavy Rock

 

Durata:
34' 56"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.03.2020

 

Etichetta:
Inferno Records
[MetalWave] Invia una email a Inferno Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Inferno Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Inferno Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Inferno Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Inferno Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Zineaholic Promotions
[MetalWave] Invia una email a Zineaholic Promotions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Zineaholic Promotions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Zineaholic Promotions

 

Recensione

Disco di debutto non male per i Palermitani Hellraisers, fautori di un metal tipicamente old school che potrei definire speed/heavy, che consiste in una ricetta tanto classica quanto avvincente, che si nota funzionare sin dall’intro alla Exciter, per proseguire in un filotto di brani dai riffs sempre a tiro e potenti, che a volte si rifanno all’heavy marcio dei Fingernails in “Kill for beer”, e altre volte va su sonorità leggermente più corali e raffinate tipo “Starving for your blood” e “Cursed by gods”, non troppo distanti da ciò che certi Agent Steel ci facevano sentire in passato, anche se direi che il miglior brano di tutti per me corrisponde alla title track, un attacco up tempo e potente che lascia davvero il segno sotto la pelle.
Detto questo, va anche aggiunto che la voce di ThrasherLady potrebbe sulle prime scontentare, in quanto pur funzionando bene e prendendo linee vocali buone, va a suonare un po’ anonima in quanto ad attitudine, riuscendo ad accompagnare bene quando la musica pesta di suo, ma anche non molto avvincente quando si tratta di aggiungere un po’ di carisma e di attitudine vocali alle composizioni. Non si tratta di un grave problema, visto che comunque la cattiveria dei brani e una buona coralità di alcuni di questi riescono a sopperire bene a questo fattore, ma direi che è comunque qualcosa su cui si può migliorare in futuro, per aumentare la potenza degli Hellraisers, visto che in questo genere la grinta e è tutto, anche nella voce.
Detto questo, “Fighting hard” è un debutto comunque promettente e ampiamente godibile. Se l’heavy anni 80 e in particolare lo Speed metal fanno per voi, date una chance di acquisto a questi ragazzi da Palermo.

Track by Track
  1. Raiders' Rage (Instrumental) S.V.
  2. Beat to death 75
  3. Hellraiders 70
  4. Starving for your blood 75
  5. Cursed by gods 75
  6. They live 70
  7. Kill for beer 75
  8. Prince of hell 70
  9. Emergency (Girlschool cover) S.V.
  10. Fighting hard 80
  11. They live (Unplugged) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 20.09.2020. Articolo letto 459 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.