GOD The Barbarian Horde «Forefathers: A Spiritual Heritage» (2019)

God The Barbarian Horde «Forefathers: A Spiritual Heritage» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
01.09.2020

 

Visualizzazioni:
154

 

Band:
GOD The Barbarian Horde
[MetalWave] Invia una email a GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di GOD The Barbarian Horde [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di GOD The Barbarian Horde

 

Titolo:
Forefathers: A Spiritual Heritage

 

Nazione:
Romania

 

Formazione:
Robert Ulian :: Drums
Teodora Albu :: Pan flute
Eugen Lapusneanu :: Guitars
Constantin "Castor" Lapusneanu :: Vocals
Ciprian Bogdan Pomohaci :: Bass
Emanuel Filip :: Keyboards

 

Genere:
Pagan Metal

 

Durata:
47' 58"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2019

 

Etichetta:
Earth And Sky Productions
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Earth And Sky Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Earth And Sky Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Earth And Sky Productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mister Folk Promotion
[MetalWave] Invia una email a Mister Folk Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mister Folk Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mister Folk Promotion

 

Recensione

I God (non sono sicuro se “The barbarian horde” fa parte del nome della band) sono una band rumena che con questo nuovo “Forefathers – A Spiritual heritage” condensano quasi 48 minuti di musica in 6 minuti di Folk Metal chiaramente influenzato dai primi Finntroll negli up tempo e che va a somigliare abbastanza a certi Draugr nelle parti con il flauto, che tanto ci ricordano brani come “L’augure e il lupo”, il tutto condito con un’abbondante spruzzata di musica celtica per far piacere a voi amanti della musica da cantare e ballare col corno pieno di birra.
E davvero, “Forefathers…” è questo. Niente di innovativo, ma tanto divertimento. Certo, l’opener song si allarga un po’ nella durata, il sound non è molto originale, ma è comunque riuscito, con un tocco gitano nel secondo brano e sonorità chiaramente rumene che ogni tanto fanno capolino, specialmente in brani il secondo e il sesto, il quale quest’ultimo è forse anche il migliore del lotto per un tocco più tamarro e una certa coralità pagan che affiora nella seconda parte della canzone, che rende il brano un po’ diverso dagli altri e che non punta solo a passare tre quarti d’ora di musica in pura spensieratezza. Resta il tempo di apprezzare la spensierata quinta canzone per terminare poi con la conclusiva cover dei Moonspell “Alma Mater”: di nuovo: non una scelta chissà quanto originale (il brano è stato diverse volte coverizzato), ma comunque l’esperimento è riuscito e ci convince.
Insomma: certo c’è qualche difetto di originalità, ma ciò non toglie che i fans del folk non cercano questo in un disco: cercano divertimento e trame folk a profusione, e questo i GOD lo fanno molto bene, per la felicità dei fans di questo genere musicale. Se i primi Finntroll sono un amore che non avete mai dimenticato, il quarto album dei rumeni God – The Barbarian Horde è la release che fa per voi.

Track by Track
  1. Chemarea Stramosilor (The Call Of Ancestors) 70
  2. Licoarea Zeilor (Ayle, Nectar Of The Gods) 75
  3. Datina Mesagerului (The Messenger's Rite) 75
  4. Strabunii (The Forefathers) 70
  5. Legea Pamantului (The Code Of The Land) 75
  6. Triburile Infioratorilor Codrii (Tribes Of The Frightening Forests) 80
  7. Alma Mater (Moonspell Cover) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 01.09.2020. Articolo letto 154 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.