Rozz & Roll «Calm Down» (2020)

Rozz & Roll «Calm Down» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
15.08.2020

 

Visualizzazioni:
292

 

Band:
Rozz & Roll
[MetalWave] Invia una email a Rozz & Roll [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rozz & Roll

 

Titolo:
Calm Down

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Diego Reali :: Guitar, vocals
Rey Noman :: Bass, backing vocals
Simone Tomei :: Drums

 

Genere:
Allternative Rock

 

Durata:
45' 46"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.02.2020

 

Etichetta:
Elevate Records
[MetalWave] Invia una email a Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elevate Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Leggi il nome della band e vai a pensare che questa al massimo sarà una qualche band rock che va poco oltre un tributo a qualche gruppo rock d’epoca, dandoci un lavoro tutt’al più genuino, ma anche ridondante, nel migliore dei casi. E invece “Calm down” rappresenta un buon esempio di come fare un rock n roll che riesce ad essere sporco, ma sempre personale e mai sopra le righe, mixando qualcosa dei Motorhead più controllati a certo alternative rock e condendo tutto con una perizia musicale notevole, dove i Rozz & Roll suonano potenti con poche note e riffs, nonché con un bel gusto per gli assoli, che guarniscono il tutto, lunghi e ispirati, che tengono su il brano anche senza l’aiuto di una chitarra ritmica sovraincisa.
Questo è il vanto del disco di debutto dei Rozz & Roll: fare molto con pochi mezzi, con un sound non troppo scarno ma comunque mai eccessivo, che fa suonare bene la band nell’opener “Run”, e che risulta perfettamente compatto anche quando sopraggiungono le influenze alternative in “Everyday” o “Rolling at the time”, passando per il simpatico mid tempo di “Up & down” e di “Back in bed” e la gustosa “Wonderful”, e poco importa che ogni tanto il sound si appoggia a qualcos’altro, come la title track che somiglia un po’ a “Lust for life” di Iggy Pop o “Revolution” che fa il verso a “The pretender” dei Foo Fighters: il resto della musica suona molto fresco e ben fatto, e ti trascina irresistibile ad ascoltare “Calm down” senza poterne fare a meno, il tutto per un ascolto non certo originale, ma comunque non copiato totalmente da qualcun altro, e fatto con adeguata convinzione e consapevolezza dei propri mezzi.
“Calm down” è il tipico disco che sembra un po’ così, ma che se lo metti in macchina, lo farai suonare per molti viaggi. Ben fatto.

Track by Track
  1. Run 70
  2. Missing song 75
  3. Everyday 75
  4. Rolling at the time 70
  5. Up n down 75
  6. Back in bed 75
  7. Calm down 65
  8. Wonderful 75
  9. Revolution 65
  10. Someone else 70
  11. Vshedooman 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 15.08.2020. Articolo letto 292 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.