Celtic Hill «Blood Over Intents» (2020)

Celtic Hill «Blood Over Intents» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
22.06.2020

 

Visualizzazioni:
558

 

Band:
Celtic Hill
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Celtic Hill

 

Titolo:
Blood Over Intents

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Jonathan Vanderbilt: Voce, chitarra e tatiere
Jacopo Novello: Basso
Alessandro De Fustinioni: Batteria

 

Genere:
Power Metal

 

Durata:
27' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.04.2020

 

Etichetta:
Elevate Records
[MetalWave] Invia una email a Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elevate Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

CELTIC HILLS è un progetto nato nel 2010, dietro questo nome c’è una storia decisamente interessante che vi invito a leggere.
Con Blood Over intents la band ricalca un metal senza esclusione di colpi e, nei sette brani presenti, riescono ad accendere una bella carica di energia che i fan più accaniti sapranno mantenere viva e apprezzare a lungo.
Si parte con Forum Julli, un heavy finto grezzo che ha di base una buona melodia supportata dalle chitarre; Blood flows down ha una bella carica di base, si tratta di sonorità ammiccanti al death, giusto per rendere l'idea.
A happy abdicate king è una song orecchiabile, epica, abbastanza singolare nella sua melodica, ma comunque non banale.
Time è caratterizzata da una batteria martellante con un sovraccarico di doppia cassa, il che rende tutto più aggressivo; When the snow cover the ground mi ha tanto ricordato i Pain, vuoi per il cantato e per la presenza di suoni elettronici, apprezzabile nel suo globale.
Beer for all è grezza e diretta, coerente con il titolo insomma, ha un suo perché; Avari Horn inizia con pacatezza per poi riproporre una sorta di caos che in un live va più che bene e che ci porta a un pò di thrash metal.
Tirando le somme, Blood over intents è un disco ambivalente: da un lato troviamo un sound personale ed energico, d’altro canto non è un qualcosa che può piacere a tutti. Questo aspetto può anche essere un pregio, a mio modesto parere.
Sicuramente, agli amanti del genere, l’opera in questione piacerà parecchio e permetterà anche di fare qualche tuffo nel passato. Lo consiglio con piacere ai metallari di vecchia e nuova data.

Track by Track
  1. Forum Julii 70
  2. Blood Flows Down 70
  3. A Happy Abdicant King 70
  4. Time 70
  5. When The Snow Cover The Ground 70
  6. Beer For All 70
  7. Avari Horn 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di reira » pubblicata il 22.06.2020. Articolo letto 558 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.