Ironthorn «Legends Of The Ancient Rock» (2019)

Ironthorn «Legends Of The Ancient Rock» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
16.04.2020

 

Visualizzazioni:
440

 

Band:
Ironthorn
[MetalWave] Invia una email a Ironthorn [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ironthorn [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ironthorn

 

Titolo:
Legends Of The Ancient Rock

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Maurizio Liberto :: Guitars
Luigi Pullara :: Vocals
Gabriele Misuraca :: Guitars
Eliseo Bonacasa :: Bass
Anthony LaMarca :: Drums

 

Genere:
Hard Rock / Heavy Metal

 

Durata:
52' 32"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
05.11.2019

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

Disco un po’ canonico e anche un po’ lunghetto questo secondo full degli Agrigentini Ironthorn, che con “Legends of the ancient rock” propongono una musica più metal classico che rock, che non vuole forse rinnovare molto, ma che vuol farti rivivere quei momenti e fare proprio da tributo a queste sonorità, come forse il titolo suggerisce. Il tutto per 52 minuti e mezzo di musica.
Il sound degli Ironthorn è facile da descrivere: prendete una serie di riffs semplici e d’effetto ma classici, lavorateci sopra con perizia tecnica e buon senso compositivo fino a trasformarli in canzoni da 5 minuti e mezzo ciascuna, ed ecco il sound bello e fatto. Magari non qualcosa di innovativo, ma l’opener “Legends” parla chiaro: vuole essere qualcosa di scorrevole e gradevole, ma di certo non innovativo, e questo lo si sente nella cantabile “The seed of fire”, nella ballad “My cure” o nella più rockeggiante “Trick or treat”, con alcuni brani che si appoggiano un po’ troppo ai Metallica tipo “Werewolf” (che va a somigliare a volte a “for whom the bell tolls”) o “Ladro del tempo” che invece va a rifarsi a “Sad but true”, mentre svetta abbastanza in maniera anomale un brano un po’ più sui generis come “Phoenix”, dove gli Ironthorn aggiungono un flauto siciliano e una componente folk mediterranea, costituendo un unicum all’interno del disco che sposta solo leggermente tutto il discorso.
Tutto bene, insomma. Un po’ troppo allungato in un paio di brani e anche poco innovativo, ma “Legends of the ancient rock” è fatto con passione e competenza. Non un disco che rivoluzionerà la vostra collezione di cd, ma è comunque un buon disco heavy metal per chi non ha mai dimenticato quella magica decade che furono gli anni 80.

Track by Track
  1. A new day - Intro S.V.
  2. Legends 75
  3. Werewolf 70
  4. The seed of fire 70
  5. My cure 65
  6. Phoenix 70
  7. Ladro del tempo 70
  8. Trick or treat 70
  9. The call of silence 70
  10. The ancient rock 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 16.04.2020. Articolo letto 440 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.