Moonreflex «Storm in all the Universe» (2019)

Moonreflex «Storm In All The Universe» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
12.04.2020

 

Visualizzazioni:
339

 

Band:
Moonreflex
[MetalWave] Invia una email a Moonreflex [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Moonreflex [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Moonreflex [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Moonreflex

 

Titolo:
Storm in all the Universe

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Jennifer Tarentini :: Singer, Songwriter, VideoMaker, Graphic e Manager del Progetto
Giuseppe Daggiano :: MusicMaker and Sound Enginer

 

Genere:
Hard Rock / Thrash Metal

 

Durata:
57' 25"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

Per “Storm in all universe”, disco di debutto dei Moonreflex da Taranto, vale purtroppo il discorso di disco non male a livello di idee, ma catastrofico a livello di realizzazione.
L’obiettivo di fare un disco rock basilare ma disseminato di buone idee infatti è chiaramente ascoltabile in questo “Storm in all universe”, infatti l’opener “Over action Moonreflex” conferma questo, con un andamento lento, ma una serie di riffs di chitarra convincenti. Ciò che purtroppo non funziona sono una qualità sonora e un mixaggio (se anche è stato fatto) che hanno dell’atroce, dove gli strumenti sono tutti sballati di volume e poco definiti l’uno dall’altro, dove i tom sono altissimi, il rullante a malapena si sente e la chitarra suona non molto definita, in contrapposizione ai suoni di batteria (molto probabilmente una drum machine). Completano il quadro una voce in primo piano ma offuscata, e una solista che invece sta completamente nascosta nel mix, per un risultato molto confuso e che vanifica buona parte dei 57 minuti di quest’album. A peggiorare tutto si aggiunga il fatto che le canzoni spesse volte mancano di una vera struttura riducendosi a un mucchio di buone idee messe là senza far andare il brano da qualche parte, nonché il fatto che a volte la band propone dei passaggi con degli arrangiamenti fatti alla meno peggio, come a 3:25 circa di “Fastride”. Questo è “Storm in all universe”: un compendio di buone idee, composto e registrato benino, ma arrangiato e mixato in maniera totalmente disastrosa, che rovina completamente il risultato fino a rendere il disco difficile da sentire senza momenti di noia. Tanto per intenderci, siamo ai livelli di “Cut the crap” dei The Clash.
In conclusione: mi spiace, ma così com’è il disco non è vendibile, al massimo è acquistabile a poco. Siamo d’accordo che, a giudicare da veste grafica e presentazione, i Moonreflex vogliono solo fare dischi onesti e non essere i nuovi Van Halen, ma ciò comunque non giustifica questi suoni e questo pressappochismo nella realizzazione. Se non siete pronti, prendete tempo e registrate il disco bene, altro che farsi prendere dalla smania di dire “Anch’io ho fatto un album metal” per poi vedere che i risultati a lungo termine sono quelli che sono.

Track by Track
  1. Over action Moonreflex 60
  2. Be free 60
  3. Fastride 55
  4. Angels 55
  5. Drive your life 50
  6. Guitar keyboard 50
  7. Awake 50
  8. Street of fear 50
  9. Killer game 50
  10. My way 50
  11. Another direction 50
  12. Bad intention 50
  13. Entiti EQ 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 50
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
54

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 12.04.2020. Articolo letto 339 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.