Arcana 13 «Black Death» (2020)

Arcana 13 «Black Death» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
12.04.2020

 

Visualizzazioni:
302

 

Band:
Arcana 13
[MetalWave] Invia una email a Arcana 13 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Arcana 13 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Arcana 13 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Arcana 13 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Arcana 13

 

Titolo:
Black Death

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- S. Bertozzi :: Guitars and vocals;
- A. Burdisso :: Guitars and vocals;
- F. Petrini :: Bass;
- L. Taroni :: Drums;

 

Genere:
Heavy Doom

 

Durata:
10' 26"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
17.01.2020

 

Etichetta:
Aural Music
[MetalWave] Invia una email a Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Aural Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Purple Sage PR
[MetalWave] Invia una email a Purple Sage PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Purple Sage PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Purple Sage PR

 

Recensione


Amanti delle sonorità che si ricollegano ai film cult horror di Dario Argento che hanno storicamente avuto come protagonisti principali dei miglior sottofondi Lucio Fulci, e Goblin, i ravennati Arcana’13 con due soli brani frutto dell’Ep “Black Death” riescono ben ad esprimere la loro attitudine per il genere offrendoci un doom horror di tutto rispetto fatto di sonorità quasi da incubo e dai contenuti notevolmente nefasti. Il clean cantato, ben collimante con la musica prettamente appoggiata ad ambientazioni anni ‘70/’80 offre il giusto effetto e piace. Synth protagonista delle scene ma anche un buon lavoro tra distorti di chitarra e basso sempre pronti ad offrire interessanti soluzioni a cominciare da “Black Death” cui nella seconda parte si assiste ad un doom molto spinto un po’ alla Black Sabbath ma veramente ben fatto. Stessa sorte anche per “Wratchild” storico brano degli Iron Maiden ben reinterpretato in chiave doom horror. Non è semplice dare un giudizio obiettivo su questo Ep con due sole tracce di cui una cover; comunque posso dire che questa band, da come è strutturalmente impostata, può fare molto ma sarebbe decisamente più appagante poter ascoltare quanto prima un full lenght o un altro Ep con qualche brano in più e possibilmente senza cover.

Track by Track
  1. Black Death 70
  2. Wratchild S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 12.04.2020. Articolo letto 302 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.