Consumer «Consumer EP» (2020)

Consumer «Consumer Ep» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
11.04.2020

 

Visualizzazioni:
372

 

Band:
Consumer
[MetalWave] Invia una email a Consumer [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Consumer

 

Titolo:
Consumer EP

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Martino Razza :: Vocals, Bass
Federica Sapuppo :: Guitar
Francesco Ciccio Paladino :: Drums

 

Genere:
Sludge Metal

 

Durata:
24' 33"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
03.04.2020

 

Etichetta:
Fresh Outbreak Records
[MetalWave] Invia una email a Fresh Outbreak Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Fresh Outbreak Records
Mother Ship
[MetalWave] Invia una email a Mother Ship [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mother Ship
Impeto Records
[MetalWave] Invia una email a Impeto Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Impeto Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Impeto Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mani In Faccia Promotion
[MetalWave] Invia una email a Mani In Faccia Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mani In Faccia Promotion

 

Recensione

Inizio positivo per i Catanesi Consumer, che con questo Ep di 24 minuti e mezzo ci propongono un convincente esempio di un Doom/Death Metal suonato come si deve (a scapito della definizione Blackened sludge), con un certo istinto old school e un tiro nei riffs che rende l’intero risultato credibile e convincente.
Questo lo si sente nella opener “Pray Void”, dove dei riffs minimali ma cattivi si adagiano su una sezione ritmica che disdegna le sonorità sbilenche dello sludge, preferendo un approccio diretto, a volte lento e altre più diretto con saltuarie parti veloci, ma sempre con tutto inquadrabile nelle sonorità metal. Tuttavia, se l’opener promette bene, è la seconda “Witchslayer” a elevarsi a brano più riuscito di tutti, con la parte migliore raggiunta a metà del brano, dove i riffs utilizzano riescono a massimizzare l’atmosfera putrida, mentre la conclusiva “Solicitous” si espone più a dei grooves ad andamento medio, con giusto qualche elemento sludge a comparire, ma la componente death metal rallentato resta tangibile.
Insomma: Promettono bene questi ragazzi, con questo sound che va a ripescare dritto dritto dal death primordiale svedese, quello che non aveva problemi a mescolarsi col doom, e che riusciva a suonare marcio e al contempo scorrevole e maledettamente metal. Per gli amanti di questo genere, l’EP di debutto dei Consumer rappresenta un’opportunità da non perdere.

Track by Track
  1. Pray Void 75
  2. Witchslayer 75
  3. Solicitous 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 11.04.2020. Articolo letto 372 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.