Witches of Doom «Funeral Radio» (2020)

Witches Of Doom «Funeral Radio» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
03.04.2020

 

Visualizzazioni:
492

 

Band:
Witches of Doom
[MetalWave] Invia una email a Witches of Doom [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Witches of Doom [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Witches of Doom

 

Titolo:
Funeral Radio

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Danilo “Groova” Piludu :: vocals;
- Federico Venditti: guitars;
- Saiax: bass;
- Francesco Ciacciarelli :: drums;

 

Genere:
Gothic Doom Metal

 

Durata:
45' 37"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
03.04.2020

 

Etichetta:
My Kingdom Music
[MetalWave] Invia una email a My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di My Kingdom Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

E’ assai gradevole questo terzo disco dei romani Witches Od The Doom band formatasi nel 2013 e forte già di tre dischi sulla propria discografia. Il nuovo lavoro della band, “Funeral Radio” si incentra su otto tracce dall’ottima in uscita per nitidezza e soprattutto per struttura; le andature tipicamente disposte su un doom metal orecchiabile, pulito e ben disposto in ogni singolo passaggio, dà veramente l’impressione che il quartetto abbia saputo alla meglio offrire un prodotto di tutto rispetto, moderno, generoso di contenuti e di idee e immancabilmente con quel tratto più oscuro che va indubbiamente a definire al meglio il Gothic doom stoner metal della band. Le ambientazioni del lavoro richiamo alla mente non poco Black Sabbath e Type o Negative con l’aggiunta di molta suggestione e pathos trasmesso all’ascoltatore nota dopo nota. Sin da subito ed in particolare con “Master Of Depression” i suoni mettono subito a proprio agio l’ascoltatore tra melodie, oscurità e avvincenti sonorità; segue anche l’ottima e lenta “Coma Moonlight” un brano forte di quella dose di oscurità che caratterizza il buon clean e riesce a fare non poco colpo. Buona anche la proposta con “Queen Of Suburbia”, un brano caratterizzato da un valido refrain e motivo d’apertura un po’ alla The Cult degli anni ’80 ipnotico e grintoso nel suo perpetuarsi e la successiva lunga “Funeral Radio” un brano tipicamente anni ’70 nell’impostazione nuovamente ed immancabilmente oscura fatta di sound ovattati ed effetti; cattiva l’apertura di “Sister Fire” pronta a coinvolgersi con il suo ponderoso riff d’apertura e la divertente andatura ritmica che ci proietta nella successiva felpata “Ghost Train” un brano molto lento molto avvicinabile alle band sopra richiamate per struttura e ritmica; splendida “November Flames” un brano ricco di suspance per i motivi che vanno a caratterizzarlo forti di una più incisiva dose di cattiveria; a chiudere il lavoro è infine “Hotel Paranoia” altra nuova conferma della valida prova rilasciataci dalla band tra modernità, oscurità e voglia di farsi apprezzare.

Track by Track
  1. Master Of Depression 75
  2. Coma Moonlight 80
  3. Queen Of Suburbia 80
  4. Funeral Radio 80
  5. Sister Fire 80
  6. Ghost Train 80
  7. November Flames 80
  8. Hotel Paranoia 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 03.04.2020. Articolo letto 492 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.