Innerload «Again» (2019)

Innerload «Again» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
01.04.2020

 

Visualizzazioni:
253

 

Band:
Innerload
[MetalWave] Invia una email a Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Innerload

 

Titolo:
Again

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
40' 58"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.10.2019

 

Etichetta:
GhostLabel Record
[MetalWave] Invia una email a GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di GhostLabel Record

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Irukandji Booking Live Promotion
[MetalWave] Invia una email a Irukandji Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Irukandji Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Irukandji Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Irukandji Booking Live Promotion
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

Un po’ grezzo l’heavy metal dei veneziani Innerload di nuovo sulla scena underground dopo una lunga pausa e di ritorno oggi con “Again”, un nove tracce che non offre nulla di originale se non un apprezzabile heavy, un po’ vecchio stampo, ma pur sempre con un impatto sonoro efficace. Stante l’autoproduzione che va a caratterizzarlo, il disco complessivamente ha un discreto sound ma alcune criticità vanno forse mosse sia al clean dove di tanto in tanto pare essere un po’ troppo limitato se non addirittura frenato che a qualche sbavatura forse dovuta alla lunga pausa che ha visto costretta la band a stare lontano dalle scene. In ogni caso ad avere la meglio sono i buoni lead solo e la ritmica sempre pronta a tutto. Tra i brani migliori del platter spiccano “21th Century Rockers” un buon heavy grintoso nella proposta e forte di un discreto riff d’apertura e di una massiccia induzione sonora; molto compatta anche “The Chase Giusta” per la discreta struttura ritmica parificabile anche a quella di “React”, dai risvolti un po’ Maideniani ma complessivamente piacevoli all’ascolto; ancora da segnalare “The Pirates Galleon” un heavy dalle sembianze quasi thrash ma pur sempre ben disposta. Il lavoro indubbiamente risente di qualche imperfezione che va migliorata ma che comunque non può affatto compromettere la voglia e la forza di volontà degli Innerload che sicuramente riusciranno a perfezionarsi ancora di più per raggiungere un livello più elevato rispetto a quello attuale.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Tell Me Why 60
  3. 21th Century Rockers 65
  4. Love Ain't Justice 60
  5. The Chase Giusta 65
  6. I'm The Evil 60
  7. React 60
  8. The Pirates Galleon 65
  9. Together We Stand 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
61

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 01.04.2020. Articolo letto 253 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.