Deathtune «Original Sin» (2020)

Deathtune «Original Sin» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
30.03.2020

 

Visualizzazioni:
594

 

Band:
Deathtune
[MetalWave] Invia una email a Deathtune [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Deathtune [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Deathtune [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Deathtune [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Deathtune

 

Titolo:
Original Sin

 

Nazione:
Iran

 

Formazione:
- Babak . A :: Vocals;
- Farhad Z :: Drums;
- John Mountak :: Guitars;
- shahram T :: Bass;

 

Genere:
Doom Death Metal

 

Durata:
32' 27"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.01.2020

 

Etichetta:
GhostLabel Record
[MetalWave] Invia una email a GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di GhostLabel Record

 

Distribuzione:
CrashsoundDIstribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di CrashsoundDIstribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di CrashsoundDIstribution

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli iraniani Deathune rilasciano questo “Original Sin” che in parte ricorda per impostazione, struttura ed intensità i francesi Massacra grazie al potenza del proprio death metal. Le nove tracce offrono uno scenario abbastanza sobrio nella resa, curato sotto diversi profili, ma indubbiamente di buona fattura. Nel corso dell’ascolto, stante indubbiamente l’assenza di un secondo chitarrista, la band sa offrire uno scenario abbastanza massiccio anche se non troppo elaborato ma l’ottimo scream e gli annessi stop n’go e i groove della chitarra meritano i dovuti apprezzamenti. “Denial “ apre le danze e sin da subito il combo dimostra tutta la propria significativa energia mantenendosi in ogni caso in un assetto ritmico non troppo accelerato nella resa; è poi la volta di “Ingominy” moderata ancora una volta ma efficace e della buona “Inner Cancerous Growing Of Hate”, uno dei brani più intensi del disco; l’ascolto prosegue poi con la potentissima “Distracted Observer” quasi ai limiti di un brutal death metal; tipicamente potente e dinamica è “Insanity” forte del buon lavoro di chitarra e di una ritmica di assoluto rispetto; seguono poi “Greedy God” che vola diretta alla conclusiva “Core Corrupted” ottima nel riff d’apertura oltre che compatta ed uniforma. Il disco si presenta discreto nei contenuti ed offre un ascolto assolutamente piacevole e divertente anche se la seconda chitarra effettivamente avrebbe comportato una ancor più maggiore forza all’intero lavoro.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Denial 70
  3. Ignominy 75
  4. Inner Cancerous Growing Of Hate 75
  5. Distracted Observer 75
  6. Insanity 70
  7. Greedy God 70
  8. Mourn S.V.
  9. Core Corrupted 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 30.03.2020. Articolo letto 594 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.