Organic Illusion «Invisible» (2020)

Organic Illusion ĢInvisibleģ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Alcio »

 

Recensione Pubblicata il:
26.03.2020

 

Visualizzazioni:
481

 

Band:
Organic Illusion
[MetalWave] Invia una email a Organic Illusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Organic Illusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Organic Illusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Organic Illusion

 

Titolo:
Invisible

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giacomo Artico – Vocals
Luca Tossici – Guitar
Massimo Mannucci – Guitar
Giuseppe Cardinali – Bass
Omar Moretti – Drums

 

Genere:
Curvy Metal

 

Durata:
43' 11"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.01.2020

 

Etichetta:
Overdrive
[MetalWave] Invia una email a Overdrive [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Overdrive [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Overdrive

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Non è semplice descrivere il nuovo disco dei marchigiani Organic Illusion: di base suonano un metal molto moderno, che alterna momenti melodici ed aperture ariose, a ritmiche con un groove dal sapore americano, ma anche con richiami ai Lacuna Coil più incazzati, e riff scurissimi che fuoriescono delle chitarre 8 corde.
Loro si definiscono Curvy Metal, ma non credo si riferiscano alla musica!
Vero è che li ho visti esibirsi dal vivo due volte e mi hanno sempre fatto una ottima impressione, per cui mi accingo alla recensione del loro ultimo lavoro, autoprodotto, a titolo “Invisible” uscito nelle primissime settimane di questo 2020.

L’intro che alterna ritmi e loop elettronici alle chitarre metal di sottofondo ci conduce alla vera e propria opener del disco “Invisible Man”, e devo dire che se il buon giorno si vede dal mattino, allora lascia ben sperare.
“Take Me Away” è un mezzo tempo impreziosito da ottime melodie di chitarre che vede la partecipazione di Khaynn De Winter, cantante degli SRL di Terni, alla voce.
“Inside Of Me” parte con un riff molto groovy e si snoda alternando melodie e break-down.
Il blast apre invece “For The Grace Of God” che poi si snoda su un mezzo tempo articolato e mai banale. Nel brano il featuring di Tronko dei Conspirancy di Imola.
Interessante l’up-tempo seguente di “The Hero Of The Day”, con buone melodie di chitarra e un ritornello che stampa in testa. Forse uno dei brani più riusciti del disco.
Da headbang il riff introduttivo di “Wash Away The Pain”, che si dipana con un mood molto in linea con il testo.
Più ritmata e ariosa la successiva “Darkness Fall” che probabilmente sarà uno dei pezzi più catchy nei prossimi live della band. Interessante la melodia tracciata dalle due chitarre nel centrale.
“But I Don’t Know” alterna break-down, up-tempos e qualche riff dal vago sapore Iron Maiden, ma sapientemente miscelato nell’amalgama generale della band.
Bello l’inizio di “Alone” che poi si dipana in una strofa storta il giusto, un ritornello melodico e quindi arriva a delle ottime melodie di chitarra dal sapore mediorientale.
Groovy e sincopata anche “Feel No Mercy”, interessante il ritornello nel quale ritornano di nuovo in mente i Maiden, più per la melodia generale che per il riffing in sé.
Conclude il disco “Last Night (Acoustic Version)” versione acustica dell’omonimo brano presente in “The Linear Chaos” disco degli OI del 2016. Visto il risultato finale, mi permetto di consigliare ai ragazzi di provare a seguire anche questa strada in futuro.

Conludo dicendo che gli Organic Illusion hanno rilasciato un disco molto maturo, ben prodotto, ben eseguito che di sicuro farà breccia nei cuori dei metallari più modernisti e sperimentatori di nuove sonorità.
Un plauso davvero perché nel disco si percepisce un amalgama di band piuttosto evidente, senza che alcuno dei musicisti prevalga su tutto.
Bravi davvero!

Track by Track
  1. Pieces S.V.
  2. Invisible Man 85
  3. Take Me Away (feat. Khaynn De Winter) 85
  4. Inside Of Me 75
  5. For The Grace Of God 80
  6. The Hero Of The Day 85
  7. Wash Away The Pain 80
  8. Darkness Fall 80
  9. But I Don’t Know 75
  10. Alone 85
  11. Feel No Mercy 80
  12. Last Night (Acoustic Version) 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Alcio » pubblicata il 26.03.2020. Articolo letto 481 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.