Kross Of Khaoss «Slay Pride» (2019)

Kross Of Khaoss «Slay Pride» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
26.03.2020

 

Visualizzazioni:
197

 

Band:
Kross Of Khaoss
[MetalWave] Invia una email a Kross Of Khaoss [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kross Of Khaoss [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Kross Of Khaoss [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Kross Of Khaoss [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Kross Of Khaoss

 

Titolo:
Slay Pride

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Mattia Martignago :: vocals;
- Alessandro Pereni :: guitar;
- Mauro Brunelli :: bass;
- Pierpaolo Roccabella :: drums;

 

Genere:
Thrash / Heavy Metal

 

Durata:
42' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
03.11.2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Veramente bello e cazzuto questo secondo disco dei trevigiani Kross Of Khaoss autori di un Heavy thrash metal che amano invece definire Sbrang & Roll ma indipendentemente da questi dettagli ciò che conta è la sostanza del disco in cui dieci brani potenti e diretti come un destro, danno manforte a suon di riff e di potenza ma immancabilmente anche di tantissimo divertimento. I brani anche di media lunghezza, si caratterizzano per un’adrenalinica forza che difficilmente annoia o rende insofferenti. Sin dall’inizio infatti il tutto prende subito corpo e divertimento con “Rest In Pieces” un divertente thrash caratterizzato da un forte riff e da una dinamica tutta da ascoltare; è poi la volta di “Machete Happens” favoloso thrashettone mid tempo divertente anche per il buon clean scream a cui seguono subito “Snowhite” e “Insatiable Lover” il primo caratterizzato dal buon groove ma appena mono propositivo degli altri mentre il secondo un brano prevalentemente lento; scarica di nuovo tutta la propria energia anche “Undead Wishes” nuova potenza che non lascia dubbi sulle qualità della band; è poi la volta di “Body Grindeer” e “Slay Pride” che tirano dritte per la propria strada con una fantastica modalità soprattutto la seconda, brano strumentale; il divertimento non cessa neanche con le ultime tre divertenti esecuzioni in cui ci propongono una band assolutamente all’altezza della situazione un po’ per tutto sia per creatività, per capacità, e consapevolezza di saperci fare.

Track by Track
  1. Rest in Pieces 75
  2. Machete Happens 80
  3. Snowhite 80
  4. Insatiable Lover 80
  5. Undead Wishes 75
  6. Bodygrinder 80
  7. Slay Pride S.V.
  8. Dehumanizer 75
  9. Fire (Endless Silence) 75
  10. Hunger 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 26.03.2020. Articolo letto 197 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.