Confine «RRR» (2019)

Confine «Rrr» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
24.03.2020

 

Visualizzazioni:
204

 

Band:
Confine
[MetalWave] Invia una email a Confine [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Confine [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Confine [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Confine

 

Titolo:
RRR

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Padre Massimo :: Vocals
Andrea Bottin :: Guitar, vocals
Tum :: Bass, Vocals
Alessandro De Zanche :: Drums

 

Genere:
Hardcore / Metal

 

Durata:
20' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.10.2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mani In Faccia Promotion
[MetalWave] Invia una email a Mani In Faccia Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mani In Faccia Promotion

 

Recensione

Buon terzo album, seppur niente di innovativo, per i Confine dal Veneto, che in 11 tracce ci propongono un furioso esempio di Hardcore/Punk variegato a livello di idee, dove cioè oltre a un consueto attacco frontale presente in ogni traccia si affiancano anche diverse idee che rendono i brani diversi a sufficienza l’uno dall’altro, nonché ampliando il proprio songwriting, ma tutto con brani schietti, diretti e che non lesinano con la violenza.
Di tutto questo se ne ha la prova all’ascolto dell’album, che ti tartassa le orecchie sia nella diretta “Nettuno”, sia nel rallentone stoner/sludge “Spioncino”, sia nei cori quasi Oi! Di “Medicina”, i quali sono i brani più riusciti di un disco come “RRR” tanto breve e conciso quanto convincente, nonché fortunatamente scevro da voci pulite, troppe armonizzazioni, ritocchi alla produzione e amenità varie. Certo, qui non c’è nulla di innovativo e ciò che questi ragazzi fanno lo fanno anche tanti altri, ma d’altronde io non credo che l’obiettivo fosse quello, e allora non ci rimane che godere di questa release mentre si fa moshpit selvatico. Se l’hardcore più cattivo dei primi Hatebreed fa per voi, non cercate oltre: questo disco è indicato per voi.

Track by Track
  1. Nettuno 70
  2. Giovanotto documenti 70
  3. Spioncino 70
  4. Malgrado 70
  5. Medicina 70
  6. 30014 70
  7. Surf 4 70
  8. Michael fa una cosa 70
  9. Yosemite Sultano 70
  10. Confine R. 70
  11. 11 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 24.03.2020. Articolo letto 204 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.