Ancestral Kvltv «Nomen Omen» (2020)

Ancestral Kvltv «Nomen Omen» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
22.03.2020

 

Visualizzazioni:
78

 

Band:
Ancestral Kvltv
[MetalWave] Invia una email a Ancestral Kvltv [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ancestral Kvltv [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Ancestral Kvltv

 

Titolo:
Nomen Omen

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
V.G. :: Vocals, Guitars, Bass, Drum Programming

 

Genere:
Black Metal

 

Durata:
19' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.02.2020

 

Etichetta:
Niflhel Records
[MetalWave] Invia una email a Niflhel Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Niflhel Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Niflhel Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I casi strani della vita: ti capita il primo full length (così è descritto) dagli Ancestral Kvltv, one man black metal band da Monreale, che però dura neanche 20 minuti! Abbiamo sentito parlare di full length dalla durata breve, ma non così breve e comunque non in ambito black metal. Tuttavia, possiamo dire alla fine dell’ascolto di essere soddisfatti. Semmai con qualche rimpianto per la brevità del disco, a cui avremmo preferito qualche brano in più.
È infatti la compattezza e la grinta che brillano insperate in questo “Nomen Omen”, con una potenza compositiva che ammanta i brani, e che uniscono certe atmosfere grezze degli Horna di metà carriera di brani come “Hyperborea” ai Gorgoroth di brani come “Revelation of doom”nei brani centrali, per un approccio più diretto e aggressivo, ma comunque non ancora thrash, mentre sono le influenze di “Destroyer” della stessa band a emerge nel quinto brano, fino a fondersi totalmente nel brano finale, con una guarnizione di primi Besatt sopra. Non male come ricetta.
Questo è “Nomen Omen”: è un album che per quanto corto, riesce comunque a stupire e a suonare vario e convincente anche con brani che durano all’incirca 3 minuti e ad apportare diverse idee, ben registrato e prodotto nonostante la drum machine, e semmai con leggere incertezze di esecuzione in certi cambi di tempo, ma sono cose che non intaccano il risultato. Se il black metal grezzo e tagliente è ciò che fa per voi, per me il nuovo disco degli Ancestral Kvltv è più che acquistabile.

Track by Track
  1. The scroll of the truth 75
  2. Hyperborea 75
  3. The birth of earth-born 80
  4. Munera manibus 80
  5. The temple of my mind 75
  6. Into the woods with our end 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 22.03.2020. Articolo letto 78 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.