Sacrosanct «Tragic Intense» (2019)

Sacrosanct «Tragic Intense» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
21.03.2020

 

Visualizzazioni:
135

 

Band:
Sacrosanct
[MetalWave] Invia una email a Sacrosanct [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sacrosanct

 

Titolo:
Tragic Intense

 

Nazione:
Olanda

 

Formazione:
Collin Kock :: Vocals
Michael Kock :: Guitars
Randy Meinhard :: Guitars
Christian Colli :: Bass
Haico Van Attikum :: Drums

 

Genere:
Progressive Heavy / Thrash Metal

 

Durata:
57' 27"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.05.2019

 

Etichetta:
Vic Records
[MetalWave] Invia una email a Vic Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Vic Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Vic Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Ristampa con bonus track per questo particolare disco dei Sacrosanct, una band tedesca che in questo “Tragic intense” del 1993 decise di liberarsi di molte delle influenze thrash metal, prediligendo un approccio progressive heavy per una durata dei brani corpulenta, che a parte in un caso sono lunghi almeno 5 minuti e tre quarti.
E non c’è che dire: “Tragic intense” si rivela essere un album riuscito, ma sperimentale e molto indiretto, da cui non bisogna affatto aspettarcisi la scarica di adrenalina in faccia, quanto piuttosto una quantità grossa di idee nei brani, che a volte si appoggiano ai Metallica in certi stili, ma che perlopiù preferiscono un approccio autarchico e del tutto proprio, più drammatico in “Godforsaken” e più groovy in “Fainted”, passando per la acustica “The gathering of the tribes” e arrivando alla migliore del lotto “Cyberspace”, che è sia la più prog che la più thrash allo stesso tempo.
Cosa non è andato e cosa portò i Sacrosanct di fatto a sciogliersi per così tanto tempo, non ci è dato saperlo, ma sappiamo che abbiamo ora opportunità di riascoltarlo. Se il metal più sofisticato e complesso d’annata è il vostro genere, dateci un ascolto, ora che riavete l’opportunità.

Track by Track
  1. At least pain lasts 75
  2. Godforsaken 75
  3. Fainted 75
  4. The breed within 70
  5. The gathering of the tribes 80
  6. From deep below 75
  7. Shining through 75
  8. Cyberspace 80
  9. Shining through (bonus track) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 21.03.2020. Articolo letto 135 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.