Idolos «Ahi Cab» (2020)

Idolos «Ahi Cab» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
18.03.2020

 

Visualizzazioni:
265

 

Band:
Idolos
[MetalWave] Invia una email a Idolos [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Idolos

 

Titolo:
Ahi Cab

 

Nazione:
N.d.

 

Formazione:
- Lord Necron :: Rythmic pulsations;
- MgRcH :: Idolos;
- NnK :: Idolos;

 

Genere:
Atmospheric Black Metal

 

Durata:
22' 18"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
28.01.2020

 

Etichetta:
Anthrazit Records
[MetalWave] Invia una email a Anthrazit Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anthrazit Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anthrazit Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Anthrazit Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

La band degli Idolos rilascia questo Ep “Ahi Cab” di black metal atmosferico generato da taglienti riff, da lead solo quasi di matrice heavy metal e da uno scream piuttosto arido; le quattro tracce offrono una ventina di minuti di ascolto e nella malinconica disposizione delle strutture, danno in ogni caso l’idea di come la band interpreti il genere realizzato. Ciò che fin da subito va evidenziato è la non eccelsa produzione che rende il lavoro abbastanza ovattato nei contenuti ma complessivamente con una apprezzabile resa. “Prolog-Converted” è un insieme di note malinconiche su supporto di una registrazione in lingua spagnola; segue la potente “The Deeds Above”, che resta ritmicamente invariata ma rilascia un suggestivo effetto scream; segue poi “The Summoners” probabilmente la traccia migliore dell’Ep forte di una tiologia di rimica lenta e penetrante un po’ alla Darkthrone con annesso squarcio melodico senza distorti dal sapore desolante; è poi la volta di “The Maiden And The Tree” altro brano suggestivo ma nuovamente poco efficace nella resa per i motivi di cui sopra. L’Ep dimostra una incoraggiante iniziativa che avrebbe potuto avere un effetto piuttosto diverso fosse stata più curata nella fase della produzione.

Track by Track
  1. Prolog-Converted 60
  2. The Deeds Above 65
  3. The Summoners 65
  4. The Maiden And The Tree 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 18.03.2020. Articolo letto 265 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.