June 1974 «MindTrip» (2019)

June 1974 «Mindtrip» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
17.03.2020

 

Visualizzazioni:
193

 

Band:
June 1974
[MetalWave] Invia una email a June 1974 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di June 1974 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di June 1974

 

Titolo:
MindTrip

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Francesco Romano :: All instruments

 

Genere:
Alternative Metal

 

Durata:
30' 7"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
09.12.2019

 

Etichetta:
Visionaire Records
[MetalWave] Invia una email a Visionaire Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Visionaire Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Visionaire Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Questa è una delle due recensioni che usciranno di qui a breve per metalwave di June 1974, un progetto di Francesco Romano che ho già recensito in passato, e purtroppo non in maniera positiva in “Nemesi”, che insisteva nel proporre un mix mediocre di ciò che sono temi musicali strumentali e un batteria metal. Qui “Mindtrip” cambia genere e ci propone una musica finalmente scevra da influenze anomale e che verte più sul post all’inizio e poi sull’electro, per un risultato che ha ben poco a che fare col metal o col rock, e che al massimo (cioè raramente) ha il gain della chitarra a metà, se non anche a meno.
Ma per quanto la proposta musicale qui è meglio focalizzata, resta il fatto che “Mindtrip” è e rimane costituito da ciò che onestamente non riesco a definire diversamente che solo una serie di temi musicali, abbozzati e lasciati là, come delle idee che ti scrivi sul tuo progetto in cubase e che dopo averci lavorato un pochino, lo presenti così com’è. “Mindtrip” è esattamente questo: è una serie di temi musicali anche discreti, ma che vanno avanti per qualche minuto senza lasciare traccia o il minimo ricordo alla fine dell’ascolto. Ne risulta, francamente, un bel punto interrogativo alla fine dell’ascolto di quest’album: “Mindtrip” suona esattamente così e senza molto altro da aggiungere, per un risultato molto fine a sé stesso e che francamente non capisco a chi dovrebbe interessare di preciso. Senza rancore, ma anch’io ho qualche brano così sul mio pc, e comunque non la definisco roba da pubblicare. Niente di personale.

Track by Track
  1. Dissonance 60
  2. Cosmica 55
  3. Mindtrip 50
  4. Paranoia 55
  5. Mr White 55
  6. Cry And Wash Out Your Heart 55
  7. Inoubliable (Electro Dreamy Extended Version) 55
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
55

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 17.03.2020. Articolo letto 193 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.