After the First «Manifold» (2019)

After The First «Manifold» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
14.03.2020

 

Visualizzazioni:
124

 

Band:
After the First
[MetalWave] Invia una email a After the First [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di After the First [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di After the First [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di After the First

 

Titolo:
Manifold

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Daniele Fogliazza :: Guitars
Nicolò Borgesano :: Vocals

 

Genere:
Djent / Prog / Modern Metal

 

Durata:
19' 41"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
08.10.2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Discreto Ep di debutto per questo duo da Piacenza chiamato After the First, che in poco meno di 20 minuti ci propone 3 brani più intro e outro di una musica Djent con ritornelli melodici in questo “Manifold”, una musica dove è molto difficile riuscire a ritagliarsi un proprio spazio per via dell’estrema limitazione del genere stesso.
E gli After the First in questo Ep ci danno una prova onesta del loro operato, senza né infamia né lode, dove uno djent non troppo complesso si staglia sopra una voce che spessissimo predilige le soluzioni pulite, con una buona intonazione e che si fa sentire nel buon terzo brano. Diciamo che non c’è molto altro da dire musicalmente, siamo per la brevità della proposta musicale, e sia perché comunque gli AtF puntano letteralmente tutto su chitarra e voce, senza sovraincisioni (poche di chitarra), una batteria che forse è una drum machine visto che il batterista non è accreditato, e un basso che se anche c’è non è ascoltabile, il tutto per un muro sonoro abbastanza vuoto e dove una chitarra ribassata non può bastare a tenere su la baracca. Certo, le composizioni non sono male, ma il sound troppo poco riempito è un limite abbastanza evidente.
“Manifold” è dunque un discreto inizio, che non ha particolari pregi o difetti, se non quello di suonare come tante altre bands djent rookie, con tutti i pregi e i difetti. Aspettiamo cos’ha il futuro in serbo per loro.

Track by Track
  1. A hopeful start - Intro S.V.
  2. Killer perfection 65
  3. !To follow 65
  4. Distance 65
  5. A blasting end - Outro S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
65

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 14.03.2020. Articolo letto 124 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.