Abbinormal «1996» (2019)

Abbinormal 1996 | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
20.02.2020

 

Visualizzazioni:
362

 

Band:
Abbinormal
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Abbinormal

 

Titolo:
1996

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Eric :: Vocals, Keyboards
Max :: Guitars
Marco :: Bass
LKT :: Drum

 

Genere:
Grindcore Death Metal

 

Durata:
21' 39"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
10.09.2019

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

Sedici tracce per neanche 22 minuti di musica. E certo, d’altronde con questi Abbinormal da Milano si parla di grindcore e questo è il loro riuscito album di debutto.
In realtà, nonostante definibile sommariamente come Grindcore, si sente abbastanza chiaramente che gli Abbinormal affiancano a questo genere molte altre influenze, come l’impatto del thrash/HC, la schiettezza del crossover e perfino alcune influenze mutuate dallo sludge, il tutto in brani che raramente passano i due minuti di durata, e senza suonare confusionari. Questa eterogeneità la si sente in tutto l’album, passando dalla più canonicamente grind “Necromaniac” passando per una molto più HC influenced “Epileptic fit”, e una “Hellcore” che va dritta al punto senza se e senza ma, mentre si va su lidi praticamente crossover/thrash/HC nella seguente “He is the king”, alternati a groove sorprendenti. Questo è solo il quartetto di brani d’apertura, ma tanto basta per farvi capire il sound variegato di questi ragazzi, che tocca pure l’atmosfera in “Macabre dance of death” con arpeggio acustico. Tante idee, ma anche un istinto grezzo e assassino grind/HC che non scema praticamente mai.
Questo è “1996” degli Abbinormal: un disco che con una manciata di composizioni schiette e estroverse cammina sulla linea della brutalità e dell’intelligenza compositiva senza perdere un po’ del tiro, con tanto di brano brevissimo della durata di 3 secondi. Se il grind è il genere vostro, date una chance a quest’album.

Track by Track
  1. Necromaniac 70
  2. Epileptic Fit 70
  3. Hellcore 70
  4. He Is The King 70
  5. Gunkan S.V.
  6. Let Me Show You How I Kill 70
  7. Obsession 70
  8. Earache 70
  9. Low 70
  10. Abbinormal 70
  11. Urban Massacre 70
  12. Dont You Worry About The Song 70
  13. Macabre Dance Of Death 70
  14. Thermonuclear Extinction 70
  15. Traumatic State Of Cirrhosis 70
  16. Bulletproof 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 20.02.2020. Articolo letto 362 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.