Ultima «Meritamun» (2019)

Ultima «Meritamun» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
12.01.2020

 

Visualizzazioni:
67

 

Band:
Ultima
[MetalWave] Invia una email a Ultima [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ultima [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Ultima

 

Titolo:
Meritamun

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Matteo Toffanin - Vocals
Patrik Roncolato "Trizio" - Guitar, electronics
Massimo Forestan - Guitar
Matteo Polonio - Bass, walls
Jacopo Ceretta - Drums

 

Genere:
Djent / Prog Metal

 

Durata:
22' 17"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Bell’inizio per questa band chiamata Ultima, oggi esordiente con questo Ep di quattro tracce intitolato “Meritamun” un lavoro djent progressive metal tutt’altro che scontato. In effetti la band si rende protagonista oltre che eccellenti iniziative strutturali anche di una buona resa tenendo conto che si tratta di un’autoproduzione. Gli Ultima incentrano tutto il proprio potenziale su assetti prevalentemente tecnici e di non facile esecuzione per lo meno se effettuati da meno esperti dando seguito ad un’iniziativa decisamente divertente; lo sdoppiamento vocale clean scream rende il tutto ancor più determinato al pari del potenziale ritmico e dell’ottimo lavoro di basso e batteria che unificati offrono uno spettacolo decisamente unico nel loro genere. Sin dal primo brano “Epicenter Of Agony” si assiste ad una buona proposta, le cui variabili ritmiche meritano svariati ascolti per essere apprezzati in ogni singolo passaggio; segue poi “Malasomni” la cui apertura acustica offre una nuova miscela esplosiva un po’ alla Meshuggah intensa e di tutto rispetto; è poi la volta di “ Inadeguate” altra potenza propositiva di interessante fattura che non rimpiange affatto le migliori band internazionali del settore; conclude l’Ep “Iconoclasm” caratterizzato da una nuova apertura acustica successivamente maggiormente propositiva nella resa. Un esordio sottoforma di Ep che offre una buona prospettiva di riuscita per i prossimi, auspichiamo, lavori.

Track by Track
  1. Epicenter Of Agony 80
  2. Malasomni 75
  3. Inadeguate 80
  4. Iconoclasm 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 12.01.2020. Articolo letto 67 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.