The Last Sound Revelation «Hidden Voices» (2019)

The Last Sound Revelation «Hidden Voices» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
03.01.2020

 

Visualizzazioni:
728

 

Band:
The Last Sound Revelation
[MetalWave] Invia una email a The Last Sound Revelation [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Last Sound Revelation

 

Titolo:
Hidden Voices

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Francesco Salvitti :: Guitar;
- Niccolò Sbernadori :: Bass;
- Tiziano De Sante :: Drum;
- Massimiliano Forlani :: Guitar;

 

Genere:
Instrumental Post rock

 

Durata:
28' 13"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
05.07.2019

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

Esce in punta di piedi, tra le sue particolari melodie e sonorità questo “Hidden Voices”, progetto post rock strumentale dei The Last Sound Relevation che incentrano in meno di mezz’ora e con cinque brani in proprio potenziale offrendo un valido contributo al genere citato. In sostanza il combo, nutrendo in sé pregresse esperienze di derivazioni metal, offre un dinamico contesto ricco di variabili che spaziano tra momenti particolarmente spumeggianti a squarci malinconici nitidi, puliti e dal sapore accattivante. In sostanza ciò che la band vuole offrire è la proiezione di immagini e dei vari stati d’animo all’interno del contesto strumentale. Ottimi i lavori di chitarra che tra un effetto e l’altro riescono a proporre una divertente e quasi potente linea compositiva. Cinque brani che in definitiva presentano questo progetto in maniera egregia e significativa a cui forse l’aggiunta di una valida e mirata parte cantata avrebbe indubbiamente maggiorato e amplificato non poco il già bel lavoro della band. In ogni caso accontentiamoci e godiamoci al meglio l’ascolto il questo disco.

Track by Track
  1. The Odd 80
  2. Centaurus 80
  3. Canonae 80
  4. Insights in the Meanwhile 80
  5. Doublebirth Lullaby 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 03.01.2020. Articolo letto 728 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.