Sandness «Untamed» (2019)

Sandness «Untamed» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
27.12.2019

 

Visualizzazioni:
350

 

Band:
Sandness
[MetalWave] Invia una email a Sandness [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sandness [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Sandness

 

Titolo:
Untamed

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Mark Denkley :: Bass guitar, lead and backing vocals
Metyou ToMeatyou :: Drums and backing vocals
Robby Luckets :: Guitars, lead and backing vocals

 

Genere:
Hard & Heavy

 

Durata:
37' 29"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
14.06.2019

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Asher Media Relations
[MetalWave] Invia una email a Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Asher Media Relations

 

Recensione

Disco onesto questo terzo album dei rockers Sandness da Rovereto, che forti di un bel po’ di esperienza ci propongono 37 minuti e mezzo di un glam rock chiaramente ispirato alla scena anni 80 più qualche leggero ammodernamento ravvisabile più che altro nella voce, meno estrema e più arrotondata.
“Untamed” per tutta la sua durata non è altro che questo: è un sincero tributo al rock che fu, e non fa niente per nascondere questo sin dalla opener semplice e diretta “Life is a thrill”, che instaura il leit motif del disco, e che prosegue con il rock tra motley crue e qualcosa di Bon Jovi in “Tyger bite” e “Easy”, a costo anche di usare qualche stereotipo, come la sirena della polizia in “Radio Show” o di esagerare un po’ con la melodia, come in “London”. Poco importa: qui non si inventa niente, si rockeggia e basta, con un andamento che magari sarà anche non farina del loro sacco, ma che costituisce un evergreen che davvero non ci stanca mai. Al limite, se proprio dovessimo trovare un difetto al disco, io direi che “Untamed” tende a suonare in tutti i brani come un singolo, come se ricercassero sempre quella melodia catchy, anche a scapito di una certa eterogeneità che avrebbe reso l’album più costruito e meno tributante. Ma non è un grosso problema. Se siete fans del glam rock anni 80, motley crue, poison, cinderella e compagnia varia imbellettata, il terzo dei Sandness rappresenta un buon acquisto.

Track by Track
  1. Life's a thrill 70
  2. Tiger bite 70
  3. London 70
  4. Never givin up 70
  5. Easy 70
  6. Pyro - Intermezzo S.V.
  7. Radio show 70
  8. Tell me tell me 70
  9. Only the youth 70
  10. The deepest side of me 70
  11. Until it's over 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 27.12.2019. Articolo letto 350 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.