Cannibali Commestibili «Cannibali Commestibili» (2019)

Cannibali Commestibili «Cannibali Commestibili» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
15.12.2019

 

Visualizzazioni:
267

 

Band:
Cannibali Commestibili
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Cannibali Commestibili [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Cannibali Commestibili

 

Titolo:
Cannibali Commestibili

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Maurizio Togni :: Voce e Batteria;
- Daniel Nardon :: Chitarra;
- Paolo Tiago Murari :: Basso;

 

Genere:
Alternative Rock / Stoner / Hard Blues

 

Durata:
38' 26"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
13.09.2019

 

Etichetta:
Overdub Recordings
[MetalWave] Invia una email a Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Overdub Recordings

 

Distribuzione:
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Particolare questo omonimo debutto dei Cannibali Commestibili, nome generalmente associabile a contesti death grind metal che invece dirotta nelle nove tracce del disco il genere alternative, stone, hard blues rock. Il combo sviluppa il proprio sound su sonorità sporche ma efficaci in cui il cantato rigorosamente in lingua madre offre tutta l’espressività tra graffiante che lo caratterizza anche attraverso ritmiche martellanti e cupi suoni distorti che non a caso in qualche contesto richiamano anche assetti bluesy dinamici e divertenti che conducono ad attraenti soluzioni. Il disco potrebbe essere suddiviso in due diversi momenti un primo piuttosto cupo ed espressivo mentre il secondo maggiormente propositivo. L’espressività non manca affatto in tutti i brani si ravvisano contesti più o meno diversi che girano interno a strutture musicale semplici da particolarmente efficaci come nel caso dell’opener ”Gordon Pym” efficace anche nel ritornello cantato; “Goditi Il Silenzio” e “ Qualche Corpo” paiono molto alternative come genere ma tutto sommato rendono pur sempre bene l’idea di come il combo ami al meglio esprimersi; molto più stoner è “Qualche Corpo”, più fossilizzata delle precedenti; “L.A.” nuovo stoner fatto di sonorità cupe mentre molto ben fatta è “Pioggia Acida”, in cui prende al meglio espressività anche il bluesy rock misto a stoner per un brano tutto da assaporare; tra le tracce maggiormente dirette e divertenti forte anche del buon ritornello suonato e cantato è “Nylon” e “Ingranaggio Fragine”; mentre “Dr. Darrow” appare nuovamente propositiva forte di un continuo e dinamico ritornello; “Luna in Cenere” chiude il cerchio di questo cannibali che senza essere troppo spietati sanno bene dove colpire per fare dell’alternative e dello stoner una propria personale interpretazione tra suoni cupi, graffianti e tutto quanto serve per divertire al meglio l’ascoltatore, senza però troppo esagerare.

Track by Track
  1. Gordon Pym 70
  2. Godoti Il Silenzio 70
  3. Qualche Corpo 75
  4. L.A. 70
  5. Pioggia Acida 70
  6. Nylon 75
  7. Ingranaggio Fragile 75
  8. Dr. Narrow 70
  9. Luna In Cenere 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 15.12.2019. Articolo letto 267 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.