Enemynside «Chaos Machine» (2019)

Enemynside «Chaos Machine» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
22.11.2019

 

Visualizzazioni:
153

 

Band:
Enemynside
[MetalWave] Invia una email a Enemynside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Enemynside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Enemynside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Enemynside

 

Titolo:
Chaos Machine

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Francesco Cremisini :: voce, chitarra;
- Matteo Bellezza :: chitarra;
- Andrea Pistone :: basso;
- Fabio Migliori :: batteria;

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
35' 27"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
25.10.2019

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Non male l’iniziativa thrash di questi Enemyinside racchiusa in dieci potenti tracce siglate “Chaos Machine”, un disco con contenuti genuini e non privi di melodici. Il combo sostanzialmente, in poco più di mezz’ora, offre un quadro compositivo piuttosto articolato e curato nei dettagli in cui chitarre e ritmica in generale la fanno da padrone assieme all’arrabbiato ma nitido e non troppo irruento cantato dagli espressivi e sinceramente ben riusciti toni. La componente ritmica in diversi assetti ricorda Kreator ma indubbiamente i melodici non possono fare a meno di richiamare l’attenzione su band come Testament ed Exodus. Anche la produzione del disco risulta ben curata ed è un vero piacere prendere cognizione, riff dopo riff, che il disco è ben fatto, piace e diverte. Il divertimento offerto dai capitolini prende sin da subito piede con “Faceless”, dove la forza esplosiva genera un vero concentrato di potenza e prepotenza che si propaga ininterrottamente sino alla successiva “Black Mud”, in cui prendono maggiormente corpo i melodici mentre con la successiva “Suffered Defeat”, uno dei brani più belli del disco, dove tra thrash e groove emerge una fantastica ritmica serrata come un macigno che si propaga come i cerchi formati su un laghetto al lancio di un sasso. Ritmica alla Exodus per “Frozen Prison Cell”, un brano nuovamente vincente per i l’irruenza dei riff ma di tutta la rimica in generale; a seguire “Deadline” e “System Failure” altre due proposte di spessore che divertono senza mezze misure continuando a confermarci la freschezza e la potenza del suon di questa band; cattivissima anche “The Terror” in cui la band non ci risparmia muraglie sonore e ritmiche da vero sballo; appena più sobria ma non per questo meno eccellente sia per lead che per soluzioni “Shitstorm” altra vero pilastro di questo disco già di per sé ottimamente risolutivo nei contenuti; “No God In Kolyma” è infine un’altra decisiva e divertentissima proposta in cui un serratissimo thrash non concede alcun tipo di tregua; chiude infine “Devoured”, un outro acustico finale. Un’ottima prova dai contenuti brillanti e maledettamente divertenti.

Track by Track
  1. Faceless 75
  2. Black Mud 80
  3. Suffered Defeat 85
  4. Fronzen Prison Cell 80
  5. Deadline 80
  6. System Failure 80
  7. The Terror 80
  8. Shitstorm 85
  9. No God In Kolyma 80
  10. Devoured S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 22.11.2019. Articolo letto 153 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.