At the Dawn «The Battle To Come» (2019)

At The Dawn «The Battle To Come» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
26.10.2019

 

Visualizzazioni:
365

 

Band:
At the Dawn
[MetalWave] Invia una email a At the Dawn [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di At the Dawn [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di At the Dawn

 

Titolo:
The Battle To Come

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Stefano De Marco: Vocals
- Michele Viaggi: Lead guitar
- Michele Vinci: Rhythm guitar
- Andrea Raffucci: Bass
- Antero Villaverde: Drums

 

Genere:
Power Metal

 

Durata:
49' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
03.05.2019

 

Etichetta:
Undeground Symphony Records
[MetalWave] Invia una email a Undeground Symphony Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Undeground Symphony Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Against PR
[MetalWave] Invia una email a Against PR

 

Recensione

Gli At the Dawn si formano nel 2011 e siamo arrivati al secondo disco che si presenta già bene grazie a una cover imperiale, densa di significati e molto coerente con il genere proposto.
L’inizio dell’opera è affidato The battle to come, un’intro; segue, Brotherhood of steel una classica canzone power di quelle che ti fanno cantare ai concerti, con un ritornello easy.
Con Cadaver Synod il ritmo si fa più pressante e accattivante, non male; la partenza di Anthem of Thor trae in inganno facendoci credere si tratti di una ballad, invece si rivela essere epica.
Dragon heart si discosta leggermente dalle altre tracce, si rivela più lenta, ma comunque incisiva e la ritengo una delle migliori ascoltate sino ad ora.
A rose in the dark è un pezzo tranquillo, nella media di un metal più classico diciamo; The call è un power che ha un breve intermezzo corale interessante nella sua seconda metà.
Torquemada (the hand of God) rimane coerente con il percorso intrapreso, ma l’ho trovata ben interpretata e più completa con qualche elemento che crea un’atmosfera magica e diabolica.
The forsaken ones ha un buon ritornello, ma è Viper of the Sands che si presenta articolata e apprezzabile sin dall’inizio quasi arabeggiante.
A conclusione, King of blood and sand una song a metà strada tra power e classic nella quale le chitarre sono incisive e la fanno un pò da padrona, non da meno cori da stadio e un ritmo che si fa sempre più incalzante.
The battle to come è un lavoro pulito, molto orecchiabile, ma non per questo banale. Gli undici brani scivolano via portando l’ascoltatore in una dimensione quasi leggendaria, ma quello che mi è piaciuto maggiormente è la competenza tecnica della band decisamente di un buon livello.
A mio parere, gli At the Dawn stanno azzeccando il tiro e, con qualche tocco personale in più, possono fare bene.

Track by Track
  1. The battle to come S.V.
  2. Brotherhood of steel 75
  3. Cadaver Synod 75
  4. Anthem of Thor 75
  5. Dragon heart 80
  6. A rose in the dark 75
  7. The call 75
  8. Torquemada (the hand of God) 75
  9. The forsaken ones 75
  10. Viper of the sands 80
  11. King of blood and sand 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
78

 

Recensione di reira » pubblicata il 26.10.2019. Articolo letto 365 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.