Ferum «Vergence» (2018)

Ferum «Vergence» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
28.09.2019

 

Visualizzazioni:
152

 

Band:
Ferum
[MetalWave] Invia una email a Ferum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ferum

 

Titolo:
Vergence

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Samantha :: Guitars, Vocals;
- Matteo :: Bass;
- Angelica :: Drums;

 

Genere:
Death / Doom

 

Durata:
24' 18"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
14.12.2018

 

Etichetta:
Everlasting Spew Records
[MetalWave] Invia una email a Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Everlasting Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Everlasting Spew Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Non troppo elaborato ma complessivamente ben riuscito è l’esordio del Ferum che con le cinque tracce del loro Ep “Vergance”, offrono la propria abilità compositiva in un concentrato misto tra doom e death metal. I meriti del disco ricadono innanzitutto su una buona produzione in grado di rendere il tutto nella miglior nitidezza possibile; accanto alla produzione si aggiunga il cavernoso growl che difficilmente lascia intendere che in realtà è offerto dal gentil sesso al pari della ritmica di batteria. Il lavoro, a cominciare dalla prima traccia “Siege Of Carnality”, presenta andature inizialmente non troppo moderate ben messe in evidenza grazie all’intensità dei contenuti e in alternanza tra momenti più o meno propositivi tra strutture doom e death. La band rievoca a tratt anche l’old school death metal per quanto attiene alla compattezza del suon ricordandoci un po’ anche Dismember e Benediction ma complessivamente l’uscita non è affatto male. Molto tirata l’apertura di “Perpetual Distrust” con un assetto di chitarra un po’ ronzante quasi in assetto black metal che si alterna tra momenti più o meno moderati su cui il cavernoso growl, forse appena un po’ troppo effettato, dà il meglio di sé; è poi la volta di “Subconsciuos Annihilation” altro brano abbastanza lento e moderato in cui il mix doom death identifica forse al meglio la proposta stilistica della band; si procede poi in conclusione con la cover dei Cianide “Funeral” e l’outro conclusivo. Tirando le somme, il combo offre una discreta prova di ciò che vuole essere e rappresentare; indubbiamente ancora qualche piccola accortezza a cominciare dal sound e dall’effetto sul growl andrebbe adottata ma indubbiamente e stilisticamente i numeri ci sono tutti.

Track by Track
  1. Siege Of Carnality 75
  2. Perpetual Distrust 75
  3. Subconsciuos Annihilation 70
  4. Funeral S.V.
  5. Ed è Subito Sera (Outro) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 28.09.2019. Articolo letto 152 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.