Ural «Just for Fun» (2019)

Ural «Just For Fun» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
28.09.2019

 

Visualizzazioni:
246

 

Band:
Ural
[MetalWave] Invia una email a Ural [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ural [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Ural

 

Titolo:
Just for Fun

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Andrea Calviello :: Vocals;
- Alex Gervasoni :: Guitar, Backing vocals;
- Luca Caci :: Guitar;
- Stefano Cipriano Moliner :: Bass, Backing vocals;
- Filippo Torno :: Drums;

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
29' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.09.2019

 

Etichetta:
Violent Creek Records
[MetalWave] Invia una email a Violent Creek Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Violent Creek Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Violent Creek Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Divertente questo Thrash metal di vecchio stampo ad opera dei torinesi Ural che in meno di mezz’ora di ascolto, sfornano le nove tracce di “Just For Fun” in cui riff da capogiro ed una voce cattiva ma non troppo, riescono ad attirare la giusta attenzione senza annoiare. Le ritmiche variano tra la classica impostazione thrash e di tanto in tanto in mid tempo offrendo nel complesso una variopinta resa strutturale. Indubbiamente i richiami a Voivod, Municipal Wast, Iron Reagan non mancano e l’effetto si sente e come! Sin dall’apertura con “Crossearth” la band lascia ben intendere con cosa l’ascoltare avrà a che fare e ovviamente le aspettative vengono per la maggiore soddisfatte; analoga situazione per “Just For Fun W.D.W We Drink Water” dove altalenanti andature non smettono di divertire e sparare energia a più non posso. Indubbiamente ciò che maggiormente colpisce è il fattore riff e ovviamente la ritmica a cui la band non ha alcuna nulla da rimproverarsi; la band oltretutto riserva anche il suo lato più tenero mostrandoci che, oltre a sfuriate, sa anche addolcirsi con passaggi acustici come nel caso di “Just For Fun Song For A Traitor”; la pausa viene poi di colpo sferzata dal successivo “Interference”, un brano inizialmente moderato ma poi proposto nella classica attitudine accelerata e spaccaossa. Ritmicamente ottima “Inside” al pari della conclusiva “So What” altra potenza a conferma dell’ottima attitudine di questa band di saper cambiare assetto in ogni momento per non apparire quindi generica e scontata.

Track by Track
  1. Crossearth 75
  2. Werewolf 75
  3. Just For Fun W.D.W We Drink Water 75
  4. Mind Control 75
  5. Just For Fun Song For A Traitor S.V.
  6. Interference 75
  7. Inside 80
  8. Preludio (Intro) S.V.
  9. So What 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 28.09.2019. Articolo letto 246 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • 18 Gen. 2020 Brvmak @ "Circolo Culturale Happy Days", Napoli (NA)