Apolion «The Cowards Creed» (2019)

Apolion «The Cowards Creed» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
05.09.2019

 

Visualizzazioni:
221

 

Band:
Apolion
[MetalWave] Invia una email a Apolion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Apolion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Apolion

 

Titolo:
The Cowards Creed

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
M.R. :: All Instruments, Vocals;

 

Genere:
Black Metal

 

Durata:
35' 29"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
13.08.2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

La one man band Apolion propone questa compilation “The Cowards Creed” proponendo un remaster di alcuni brani siglati oltre un decennio fa ed usciti con lo split album “Disgust For Human Imbecility” in cui la band condivideva la tracklist con Helwulf e Grab; il disco accomuna i sette remaster anche a due brani inediti tra cui l’opener in modalità intro strumentale di “The Coward Creed” e la potente “War Whare” con contenuti deliranti e acerba al punto da offrire una base black metal di cui l’ascoltatore va sin da subito fiero proprio per la tipologia di approccio che la caratterizza ovvero buona produzione e rifacimento di brani di spessore. La raccolta infatti, offre un’ottima resa nel sound e dà impulso a quanto di più malvagio ed oscuro ci possa essere tra scenari fatti di synth, in particolare di chitarra e percussioni, che finiscono per generare un risultato di tutto rispetto. Riff spigolosi danno il via ad una ritmica mai troppo esasperata ma piuttosto calibrata e diligente in grado di lasciar ottimamente distinguere ogni passaggio sia ritmico che vocale brano dopo brano. L’acerbo scream prende corpo senza mai esagerare ed offre complessivamente una resa magistrale. Inutile soffermarsi sulla disamina dei singoli remaster ma sia esaustivo suggerire questa raccolta a tutti coloro che non conoscono ancora questa realtà nazionale che offre coscientemente e non in maniera confusionaria, una maturo quanto interessante raccolta di black metal.

Track by Track
  1. The Cowards Creed S.V.
  2. On the Altar (remastered) 75
  3. Hill of Perdition (remastered) 75
  4. Wolf's Chamber (remastered) 75
  5. Sleepers (remastered) 80
  6. Red Desert (remastered) 80
  7. War Whore 80
  8. Blood Disease (remastered) 80
  9. Deriva (remastered) 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 05.09.2019. Articolo letto 221 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.