Stormcrow «Face The Giant» (2019)

Stormcrow «Face The Giant» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
22.06.2019

 

Visualizzazioni:
285

 

Band:
Stormcrow
[MetalWave] Invia una email a Stormcrow

 

Titolo:
Face The Giant

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Narchost :: Guitar;
- Astaroth :: Guitar;
- Zedar :: Bass;
- Vastis :: Vocals;
- Goraath :: Drums, Back Vocals;

 

Genere:
Black Metal

 

Durata:
39' 22"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
14.05.2019

 

Etichetta:
Vacula Productions
[MetalWave] Invia una email a Vacula Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Vacula Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Vacula Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Vacula Productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Cerberus Booking
[MetalWave] Invia una email a Cerberus Booking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cerberus Booking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Cerberus Booking

 

Recensione

Si respira un clima decisamente glaciale ascoltando “Face The Giant”, la nuova creatura degli Stormcrow capaci di offrire un prodotto d’eccellenza concentrato in poco più di mezz’ora di ascolto. Il black metal offerto dalla band viaggia con un parallelismo impressionante con le band nord europee madrine del genere rilevando in definitiva un risultato tutto da ascoltare. L’ottimo sound in primis, la buona struttura dei brani ma soprattutto il gelido scream, tutto frutto di una ormai decennale carriera, convincono sin da subito a cominciare dal cattivissimo “Face The Giant” la cui apertura un po’ funerea si rivela poi micidiale, tecnica e velocissima; non da meno “Throught The Eyes Of The Beast”, anche questo ispirato, come per la maggiore parte dei brani del platter, a foreste creature notturne e quant’altro e immancabilmente coeso e diretto. Le rimiche tendono a non cambiare neanche con le successive “Nanga Parbat” e “Black Mother” offrendo quanto di meglio la band riesca a concepire; “Relentless” offre anche qualche spunto appena più melodico attraverso l’eccellente lavoro delle chitarre. Gli ultimi “River Of Decay” e “Empty Eyes” si mantengono costanti in goni caso sui precedenti brani mantenendo alto il livello ma peccando non troppo di creatività. In definitiva “Face The Giant” rappresenta un disco di livello ma soprattutto di maturità per la band che nel corso della propria carriera si è sempre riuscita a mettere in evidenza tra classe e capacità.

Track by Track
  1. The Void S.V.
  2. Face The Giant 80
  3. Through the Eyes of a Beast 75
  4. Nanga Parbat 75
  5. Black Mother 70
  6. Relentless 80
  7. River of Decay 75
  8. Empty Eyes 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 22.06.2019. Articolo letto 285 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.