Fulci «Tropical Sun» (2019)

Fulci «Tropical Sun» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
29.04.2019

 

Visualizzazioni:
484

 

Band:
Fulci
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Fulci [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Fulci

 

Titolo:
Tropical Sun

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Dome :: Chitarra, Synth;
- Fiore :: Voce;
- Klem :: Basso;

 

Genere:
Slam Death Gore

 

Durata:
34' 26"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
31.05.2019

 

Etichetta:
Time To Kill Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Time To Kill Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Time To Kill Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Anubi Press
[MetalWave] Invia una email a Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anubi Press

 

Recensione

Veramente ben fatto questo secondo lavoro dei Fulci, trio casertano death metal, creatore di quattordici brani pressati su “Tropical Sul” e rievocanti le terrificanti tematiche trattate dal cult cinematografico “Zombi 2” per opera del regista Lucio Fulci, uscito nelle sale cinematografiche nel lontano 1979. Ciò che sin da subito viene messo il risalto è l’ottima vena creativa della band in grado di offrire ritmiche di spessore che, contrariamente a quello che potrebbe risultare, risultano ottimamente strutturate sia con riff imponenti che con annesse ritmiche dai contenuti vorticose oltre che da passaggi più melodici all’interno dei quali non mancano addirittura spezzoni tratti direttamente dal film e risolutivi con musica quasi tribale immancabilmente divertente. Altro punto forte del lavoro è l’ottima produzione che va a caratterizzare il tutto facendo del disco un qualcosa di paragonabile ad un rilascio tra le migliori major in circolazione; tecnicamente la band può tranquillamente paragonarsi a Mortician, Dying Fetus, e Cannibal Corpse di The Bleeding lasciando percepire all’ascoltatore una vena creativa di assoluto pregio tra refrain e momenti appena più moderati anche in mid tempo. Altra particolarità è il lavoro del synth che introduce contesti di matrice horror ben mettendo in evidenza i deliranti momenti di carneficina commessi dai non morti che girovagano per le strade del villaggio. Le rimiche offrono la possibilità di essere comprese in ogni passaggio evitando spesso sfuriate incomprensibili; il growl da manuale, è infine la ciliegina “sanguinante” della torta deciso, perfettamente spontaneo e ottimamente collimante nel ruolo. Quattordici brani di puro death metal old school racchiusi in un piccolo capolavoro musicalmente capace di affascinare gli amanti dello splatter d’autore. Un disco assolutamente da avere.

Track by Track
  1. Voodoo Gore Ritual (instrumental) S.V.
  2. Tropical Sun 85
  3. Apocalypse Zombie 85
  4. Splatter Fatality 80
  5. Matul Tribal Cult 85
  6. Legion Of The Resurrected 80
  7. Palms By The Cemetery 80
  8. Witch Doctor (instrumental) S.V.
  9. Genetic Zombification 85
  10. Eye Full Of Maggots 85
  11. Church Of The Undead 80
  12. Blue Inferno 80
  13. Immortality Virus (instrumental) S.V.
  14. March Of The Living Dead (instrumental) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
82

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 29.04.2019. Articolo letto 484 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.