Whiskey & Funeral «Jesus is Guilty» (2018)

Whiskey & Funeral «Jesus Is Guilty» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
14.04.2019

 

Visualizzazioni:
124

 

Band:
Whiskey & Funeral
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Whiskey & Funeral [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Whiskey & Funeral [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Whiskey & Funeral

 

Titolo:
Jesus is Guilty

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Stefano Montagna :: Guitars, Vocals
Maurizio Montagna :: Drums
Davide Dimitraci :: Guitars
Andrei Francesco :: Bass

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
33' 54"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.12.2018

 

Etichetta:
Tribulacions Productions
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Tribulacions Productions
Sevared Records
[MetalWave] Invia una email a Sevared Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sevared Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Davvero non male il terzo album dei Whiskey ‘n Funeral da Ostia, che ci propongono un Death Metal ormai fatto da gente con competenza, esperienza e responsabilità da parte dei membri, che sanno evitare gli errori dei novellini di questo genere, come è giusto che sia, e riescono a impreziosire il tutto con una bella dose di personalità, che rende il sound di questi ragazzi non stereotipato, a volte brutale e violento, altre volte che si rifà al Death/Thrash old school potente e cattivo di gruppi come i Torture Squad, e altre volte che va a chiamare in causa gli Immolation di metà carriera.
Questa variazione di stili e la personalità musicale è ciò che rende “Jesus is guilty” notevole, con un sound variegato e che sa gestire la rabbia, come nella opener “Afterlife”, dove la band si contiene sulle prime, e ti attacca alla giugulare dalla seconda parte, o come in “King of Flesh” e “Laceration”, più compatta e aggressiva nonostante i riffs dissonanti, anche se per me i brani migliori di quest’album sono dati dalla potente e selvaggia “We hate you” e dalla più tipicamente brutal death “Funeral Witch”, con vari stop n go e ritmicamente nervosa tipo certi Deicide, il tutto per un album che non suona per niente monodirezionale o “wannabe”, ma che sa il fatto suo e i cui 34 minuti di durata te li gusti proprio, invogliandoti a rimettere il disco da capo o a mettere su un altro dei loro dischi fatti.
In conclusione, “Jesus is Guilty” è senz’altro un buon acquisto se il death metal è ciò che fa per voi. Tanto più se con una certa spruzzata di istinto Death/Thrash old school e sporadiche ma rilevanti entrate nel Brutal death metal.

Track by Track
  1. Afterlife 75
  2. King of flesh 75
  3. Laceration 80
  4. We hate you 80
  5. Norimberga 75
  6. Violent explosion 80
  7. Funeral Witch 80
  8. Cannibalism 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 14.04.2019. Articolo letto 124 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.