Ru Fus «Vita Natural Durante» (2018)

Ru Fus «Vita Natural Durante» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
27.03.2019

 

Visualizzazioni:
314

 

Band:
Ru Fus
[MetalWave] Invia una email a Ru Fus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ru Fus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ru Fus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Ru Fus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Ru Fus

 

Titolo:
Vita Natural Durante

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Emiliano Valente :: Guitars, Bass, Noises
Giacomo Bracaloni :: Vocals, Cello
Raffaello Mallegni :: Drums

 

Genere:
Alternative Rock / Grunge

 

Durata:
47' 40"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
11.11.2018

 

Etichetta:
GhostLabel Record
[MetalWave] Invia una email a GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di GhostLabel Record

 

Distribuzione:
CrashsoundDIstribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di CrashsoundDIstribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di CrashsoundDIstribution

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Credo che sia il quarto album questo dei Ru Fus, una band che ho recensito in passato per essere qualcosa di noise rock con varie sfumature alternative, grunge e stoner, ma il risultato seppur non male veniva penalizzato da una qualità sonora non buona, per me.
Con questo “Vita Natural Durante” i nostri tolgono quasi del tutto il gain alle chitarre e ci donano un album del tutto Alternative Grunge, molto rilassante e pacato, ancora non nitido nella qualità sonora, ma comunque migliorata, i coi brani si muovono senza troppi sussulti nei primi due brani, e che dal terzo brano in poi stranamente ritornano a fare grunge, con tanto di percussioni che nei primi due brani mancavano, e addirittura con accenni rock (ho detto accenni) in brani come “Solo” e “Senza via d’uscita”, nella quale affiorano ancora più evidenti le influenze noise di questi ragazzi, come una specie di Nirvana ma in versione ancora più cupa e spenta. Altrove invece prevale la melodia, come nella buona “Grasso sole” o in “Scalpo nero”, dove il tocco giusto di questa componente riesce a far risaltare i brani, e il disco si conclude con un tocco perfino più corale nella conclusiva “Ieri, oggi e domani”, ancora senza percussioni. E poco conta se la voce suona a volte ripetitiva nelle sue linee vocali.
“Vita natural durante” dei Ru Fus è un disco che di fatto non ha niente a che fare col metal e forse col rock senso stricto, ma riesce comunque a farci passare più di tre quarti d’ora di una musica semiacustica e che possiede il buon pregio di saper mostrare piccole ma significative e gradevoli variazioni sul tema, evitando di rendere il disco monotematico. Non certo unmiracolo discografico per noi duri e puri, ma agli amanti del post questo disco semplice e leggero potrebbe interessare. Prendiamolo così.

Track by Track
  1. Da nessuna parte 70
  2. Giornate nuvolose 70
  3. Vecchie radici morenti 70
  4. Fuori di testa 65
  5. Solo 70
  6. Mustang 65
  7. Grasso sole 70
  8. Senza via d'uscita 75
  9. Scalpo nero 70
  10. Panic 65
  11. Servi un signore 70
  12. Ieri, oggi e domani 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 27.03.2019. Articolo letto 314 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.