Be The Wolf «Empress» (2018)

Be The Wolf «Empress» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
28.01.2019

 

Visualizzazioni:
193

 

Band:
Be The Wolf
[MetalWave] Invia una email a Be The Wolf [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Be The Wolf [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Be The Wolf

 

Titolo:
Empress

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Federico Mondelli :: Vox, Guitars
Marco Verdone :: Bass
Paul Canetti :: Drums

 

Genere:
Hard'n'Heavy

 

Durata:
36' 40"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
19.10.2018

 

Etichetta:
Scarlet Records
[MetalWave] Invia una email a Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Scarlet Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Avevo ben sentito parlare dei Torinesi Be the Wolf qua e là in passato. E dopo l’ascolto del loro terzo album chiamato “Empress” posso ben capire perché. “Empress” non è un disco molto originale, visto che è composto da un hard rock con qualche tendenza metal molto debitore ai suoi numi tutelari degli anni 80, no, la sua vittoria è data dal fatto di essere un album davvero molto frizzante e pieno di entusiasmo, fatto da un power trio che non sfrutta i cliché di qualche genere musicale che ama, ma ne domina le influenze e le trasforma in quasi 37 minuti adrenalinici e molto divertenti.
È infatti sufficiente l’ascolto dell’up tempo Rock/Metal di “Burn me out” infatti a colpirti subito per la freschezza del sound e la sua compattezza. E se la componente metal è più che altro presente in questo brano, l’ispirazione non va a scemare mai per tutto il resto del disco, e questo sia a causa di una prestazione vocale davvero notevole e riuscita, sia per via di una costante ispirazione che ammanta i brani di quest’album, che colpiscono quando si danno alla coralità classica ma godibile di “Stallone”, sia quando si vanno a toccare stili tipo WASP in “You’re my demon tonight”, sia quando si assiste all’irresistibile tiro e all’assolo di “All days I missed”, sia infine quando ci si cimenta col rock più boogie oriented e ballabile di “Move it”, ma questi sono solo alcuni degli highlights che troverete in questo disco. Al massimo, c’è solo un piccolo difetto: la voglia di questi ragazzi di suonare potenti ma anche orecchiabili seppur personali è praticamente costante, e questa voglia di suonare sempre così rende il disco un pochino sempre alla ricerca della hit song, il che fa perdere di poliedricità all’album, sempre “over the top” e per questo forse che può stancare chi preferisce un rock un po’ più vario, ma per me tutto questo è comunque controbilanciato dallo spessore di questi brani, potenti e davvero apprezzabili.
In conclusione: spesse volte i dischi vintage rock puntano all’essere fedeli alla linea tracciata dai numi tutelari e pertanto si perde un po’ di personalità. Questo non avviene con “Empress” dei Be the Wolf, il cui acquisto è parecchio consigliabile, praticamente da avere, agli amanti del buon vecchio e sanguigno rock n roll degli anni 80.

Track by Track
  1. Burn me out 85
  2. Action 75
  3. Stallone 80
  4. 1000 Years 75
  5. You're my demon tonight 85
  6. All days I missed 85
  7. Move it 80
  8. Here and now 75
  9. Trigger discipline 80
  10. Jungle Julia II 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 28.01.2019. Articolo letto 193 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.