Aenigma «Into The Abyss» (2018)

Aenigma «Into The Abyss» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
16.12.2018

 

Visualizzazioni:
176

 

Band:
Aenigma
[MetalWave] Invia una email a Aenigma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Aenigma

 

Titolo:
Into The Abyss

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Matteo Pasquini :: Drums
Caterina Bianchi :: Vocals
Lorenzo Ciurli :: Guitars, Vocals
Valerio Mainardi :: Bass

 

Genere:
Gothic / Symphonic Metal

 

Durata:
40' 13"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2018

 

Etichetta:
GhostLabel Record
[MetalWave] Invia una email a GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di GhostLabel Record

 

Distribuzione:
CrashsoundDIstribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di CrashsoundDIstribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di CrashsoundDIstribution
CdBaby
[MetalWave] Invia una email a CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di CdBaby

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Aenigma sono una band toscana per metà di Pisa e per metà di Livorno, che con questo “Into the Abyss” giunge al proprio debutto sulla lunga distanza, ovvero 40 minuti e poco più di Symphonic Metal, con qualche divagazione verso il Gothic Metal. E fortunatamente il risultato è positivo, il che non è cosa da poco per gli Aenigma: infatti, in questo genere dove la perfezione formale artistica è tutto, basta una voce fuori contesto, delle linee vocali non adeguate, voglia di metterci metal estremo casuale o doom, e tutto si rovina e il tuo disco è praticamente da buttare. E dove (purtroppo) tanta gente underground ci prova e fallisce, gli Aenigma invece ci riescono.
L’ascolto del disco denota infatti sin da subito che gli Aenigma ci propongono un Symphonic molto easy listening e lineare, privo o quasi di chitarra solista in tutto l’album, e incentrato in gran parte sulla voce, come un mix tra Within Temptation e qualcosa dei Sirenia, e il tutto viene condito da un’ispirazione notevole che compensa una certa mancanza di originalità. Questa è, in sintesi, la ricetta di questi ragazzi, che con così poco riescono comunque a donarci un lotto di canzoni avvincenti, fruibili e scorrevoli, che nel trittico di brani iniziali si fa notare per la propria efficacia, sia quando il tiro è più rock (“Essence of life”), sia quando si fa uso di orchestrazioni (“Infected”), sia quando in “Away from all” bisogna dare un tocco più ingiallito. C’è una certa deriva Gothic alla Theatre of Tragedy nella parte centrale dell’album per poi ritornare sui lidi dei brani d’apertura alla fine del disco, solo con un tiro ancora più alzato, come testimoniano la migliore di tutte “City of falling stars” e il pathos di “Sentence”.
Si arriva alla fine dell’album contenti e anche tirando un sospiro di sollievo, perché ripeto: questo genere musicale è facile da fare solo in apparenza, ed è facile fare una porcheria, ma gli Aenigma ce l’hanno fatta con buoni risultati Non molto originali, ma sono riusciti dove altri falliscono, e comunque il tiro delle composizioni compensa, come detto. Se i Within Temptation e in generale il symphonic metal più diretto sono la vostra passione, “Into the abyss” degli Aenigma è un acquisto più che consigliato.

Track by Track
  1. Beginning of the end - Intro S.V.
  2. Falling (Into the abyss) 75
  3. Infected 80
  4. Away from all 80
  5. Essence of life 75
  6. Crimson Moon 75
  7. City of falling stars 80
  8. Sentence 80
  9. The sacrifice 75
  10. Indestructible 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 16.12.2018. Articolo letto 176 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.