Thrash Bombz «Prisoner Of Disaster» (2018)

Thrash Bombz «Prisoner Of Disaster» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
16.12.2018

 

Visualizzazioni:
179

 

Band:
Thrash Bombz
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Thrash Bombz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Thrash Bombz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Thrash Bombz

 

Titolo:
Prisoner Of Disaster

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Tony Frenda :: vocals;
- Salvatore Morreale :: drums;
- Giuseppe "UR" Peri :: rhythm guitar;
Angelo :: Bissanti :: lead guitar, bass, vocals;

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
30' 1"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
26.10.2018

 

Etichetta:
Iron Shield Records
[MetalWave] Invia una email a Iron Shield Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Iron Shield Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Iron Shield Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Iron Shield Records

 

Distribuzione:
Soulfood Music
[MetalWave] Invia una email a Soulfood Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Soulfood Music

 

Agenzia di Promozione:
Pure Steel Promotion
[MetalWave] Invia una email a Pure Steel Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Pure Steel Promotion

 

Recensione

Qualità, forza ed energia si amalgamano al meglio in questo secondo full lenght dei siculi Thrash Bombz, un album che si mette sin da subito in evidenza per il sound, forse anche per la similitudine che lo caratterizza sin all’intro e che in qualche modo ricorda non poco To Live Is To Die dei Metallica, rivelandosi in definitiva con contenuti determinati nelle sette tracce proposte. La band, forte anche di una buona produzione, si avvale di intensi riff e di un’ottima ritmica complessiva che, ascolto dopo ascolto, mette ben in evidenza anche la discreta tecnica di tutti gli strumentisti; non mancano groove e neanche parti più melodiche ma ciò che in ogni caso la band vuole trasmettere, anche con il ruvido clean scream, è la propria micidiale prepotenza. Un brano dopo l’altro emerge la tecnica a cominciare da “Prisoner Of Disaster”, preceduta dall’ intro a cui si accennava sopra, nel quale il tagliente sound si insinua nota per nota rendendo il tutto molto dinamico e divertente; segue “Apocalypse Prepare Yourself To Die” caratterizzata da un riff in apertura scatenante un aumentare tra intensità e potenza; non male neanche “Mafia Demonz” molto compatto sotto il profilo ritmico in apertura e poi diversificata nei contenuti sulla classica andatura in puro thrash metal; seguono “T.T.N.S.” e “Live To Kill” rocciosi e taglienti, impossibili da non riascoltare ripetutamente e interessanti anche sui ritornelli cantati; l’acustico intro del conclusivo e strumentale “The Headquarter”, offre infine scenari altalenanti sotto il profilo ritmico tra buoni lead solo e tutto quanto basta anche per ricordarci che i Thrash Bombz sanno lasciare il proprio indelebile segno.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Prisoner Of Disaster 75
  3. Apocalypse Prepare Yourself To Die 80
  4. Mafia Demonz 75
  5. T.T.N.S. 80
  6. Live To Kill 75
  7. Headquarter S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 16.12.2018. Articolo letto 179 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.