Flashback of Anger «Shades» (2018)

Flashback Of Anger «Shades» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
07.12.2018

 

Visualizzazioni:
776

 

Band:
Flashback of Anger
[MetalWave] Invia una email a Flashback of Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Flashback of Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Flashback of Anger

 

Titolo:
Shades

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessio Gori (Voice, Keyboards )
Gianmarco Lotti ( Guitars )
Marco Moroni (Bass)
Lorenzo Innocenti (Drums )

 

Genere:
Melodic Power / Prog Metal

 

Durata:
51' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.11.2018

 

Etichetta:
IceWarrior Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di IceWarrior Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di IceWarrior Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di IceWarrior Records
Rock It Up Records
[MetalWave] Invia una email a Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Rock It Up Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Flashback of Anger tornano in pista dopo circa quattro anni dal loro precedente disco e lo fanno a testa alta. Il genere che propongono è un metal di buon ascolto e con forti connotazioni power, ma in una chiave di ascolto decisamente attuale.
Si parte da Ripped Out: il sound è amplificato con un ritornello in cui la batteria martella con la doppia cassa, diretta come un treno; Numbers ha una componente melodica più interessante, orecchiabile, ma comunque heavy, strategici e apprezzabili i cambi di tempo verso il terzo minuto e la fine.
Loaded Guns in Guitar Cases è in pieno stile power metal, senza tregua, veloce con la presenza di riffoni verso la seconda metà del brano. Band of Brothers è ingannevole: inizia come una ballad, ma così non è sebbene sia una song piuttosto orecchiabile e pacata nel ritmo.
Holdout rimane in linea con il resto dell’album senza brillare eccessivamente per originalità, comunque un brano che si fa apprezzare; Edge of dreams ricalca le orme delle tracce precedenti con una buona dose di velocità e potenza. Dawn of Life è una ballad piacevole che riesce a non risultare troppo smielata, non fa perdere la verve acquistata sinora, veramente ben fatta.
Tropical Paradise e Lonely Road sono diverse tra loro, ma le accomuna il fatto di essere le tracce migliori, a mio parere: in particolare, Lonely Road è ben sviluppata, rimane in testa, è appassionata e mi ha colpita l’interpretazione vocale oltre al sentore di metal melodico e moderno.
Marvels of the world è la conclusione perfetta, è intensa e stranamente epica, maestosa, non eccessiva.
Come molti di voi sapranno, i Flashback of Anger hanno dovuto rialzarsi dopo una perdita importante e incolmabile, hanno trovato la voglia di darsi e scrivere per la musica, nuovamente e senza piangersi addosso. Già per questo, vanno ammirati. Shades è un’opera pulita, scritta con passione e dedizione, ma anche con la giusta prospettiva di chi ha vissuto esperienze forti e ne vuole parlare/cantare/suonare in modo metaforico. L’aspetto vincente è la facilità di ascolto che non banalizza nessuna delle dieci tracce, bensì le rende uniche. Nessuno si aspetta di cambiare o creare un nuovo genere qui, ma si percepisce la tenacia nel suonare bene e dare una carica di energia che non fa mai male.
Lo consiglio perché credo sia equilibrato e fatto bene.

Track by Track
  1. Ripped out 75
  2. Numbers 75
  3. Loaded Guns in Guitar Cases 75
  4. Band of brothers 75
  5. Holdout 75
  6. Edge of dreams 75
  7. Dawn of life 75
  8. Lonely Road 80
  9. Tropical Paradise 80
  10. Marvels of the World 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
75

 

Recensione di reira » pubblicata il 07.12.2018. Articolo letto 776 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.