Osukaru «Last Call - The EP Recordings» (2018)

Osukaru «Last Call - The Ep Recordings» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
01.12.2018

 

Visualizzazioni:
54

 

Band:
Osukaru
[MetalWave] Invia una email a Osukaru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Osukaru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Osukaru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Osukaru

 

Titolo:
Last Call - The EP Recordings

 

Nazione:
Svezia

 

Formazione:
Oz Osukaru :: guitar, keyboards, backing vocals
Fredrik Werner :: guitar, lead vocals
Olof Gadd :: bass, backing vocals
Vidar Martensson :: drums

 

Genere:
Melodic Rock / AOR

 

Durata:
1h 6' 21"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.08.2018

 

Etichetta:
City Of Lights Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di City Of Lights Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di City Of Lights Records
Rock It Up Records
[MetalWave] Invia una email a Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Rock It Up Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Bella operazione retrospettiva per gli svedesissimi Osukaru, che in più di un’ora di musica ci propongono una completa retrospettiva musicale riguardante i loro primi EP, uno del 2016, uno del 2011 e uno del 2010, tutti rimasterizzati e con l’aggiunta di un singolo (il brano numero 16) e anche di due brani demo del 2009 per la verità abbastanza scandalosi, ma che mi sembra chiaro che vadano interpretati come autoironici.
E “Last call” è così: una serie di brani easy listening e piacevolmente in stile anni 80, a volte che si rifanno a certo glam non troppo spinto, ma che più spesso vanno a citare le gesta dei mai dimenticati Lionheart, con un tiro costante e sempre piacevole, nonché apprezzabile per certe cose tipo le belle e impegnative linee vocali di “Never too late” o per la impattante “City – Lights”, passando per la bella “Driven by love”, il mid tempo romantico di “believe” puramente AOR e la migliore del lotto e conclusiva “It was meant to be”, così irresistibilmente anni 80 e contagiosa che non si può rimanervi indifferenti.
Questo è quanto. Non ci sono difetti in questa piacevole e ben carica retrospettiva, a parte forse il fatto che gli Osukaru cercano costantemente di fare il brano da singolo a ogni canzone, risultando senz’altro una band con potenziale, ma anche un po’ sopra le righe a volte. Ma non si tratta di un grave problema, e poi essendo questo non un vero full ma una raccolta di Ep ci può stare. Se l’AOR/Glam è il vostro genere preferito, date un’occhiata a questa raccolta interessante.

Track by Track
  1. Rock it up 75
  2. Driven By Love - 2016 Version 80
  3. Multiplied 75
  4. Never too late 80
  5. City – Lights 80
  6. Whatever it takes 75
  7. Driven by love – 2011 version 75
  8. GBG2LA - Intro S.V.
  9. Driven by love – 2010 version 75
  10. Change of heart 75
  11. Believe 80
  12. Tell me you'll stay – Ep Version 80
  13. Out of touch 75
  14. Dedicacion - Intermezzo S.V.
  15. It was meant to be 80
  16. Tell me you'll stay – Single version 75
  17. Losing you (Never too late) – 2009 demo S.V.
  18. Edge of the blade – 2009 Demo S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 01.12.2018. Articolo letto 54 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.