Latexxx Teens «Moloko & Ultra-violence» (2006)

Latexxx Teens «Moloko & Ultra-violence» | MetalWave.it Recensioni Autore:
FallenAngel »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
799

 

Band:
Latexxx Teens
[MetalWave] Invia una email a Latexxx Teens [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Latexxx Teens [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Latexxx Teens [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Latexxx Teens [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Latexxx Teens

 

Titolo:
Moloko & Ultra-violence

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Lex Kaos :: voce
Icy X :: chitarra e synth
Plastic Poison 69 :: basso
La Nuit :: chitarra

 

Genere:

 

Durata:
25' 34"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2006

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I TLatexxx Teens si sono formati nel 2003 con l’idea di suonare dell’industrial glam-punk mischiando sonorità di bands come Marilyn Manson, White Zombie, The Kovenant e Murderdolls.
Le influenze delle band sopraccitate si evince subito dalle prime note dell’opener “Genesis of te(chn)ocrazy” che riesce a mischiare un cantato molto vicino al punk con un tappeto sonoro carico e convincente che prende le sue radici dall’industrial.
Con “Millennium nightmare” il sound della band si sposta verso territori maggiormente elettronici prendendo spunto da band come Murderdolls e Deathstars con l’aggiunta di alcune trovate abbastanza personali e piacevoli. Il brano in questione può ritenersi adatto sia per una sede live che per essere ballato in una discoteca; è proprio quest’accomunanza tra le due cose a rendere il tutto ancora più interessante.
I suoni campionati di “Maschine Zeit” ci portano verso un sound ancora più sintetico e vicino all’EBM meno estremo; la voce di Lex Kaos si adatta molto al genere conferendo una notevole energia ad un brano già molto potente di per sé.
Decisamente più vicino al dark industriale è invece “(S)aint (R)evolution” con una spruzzata del primo Marilyn Manson che di certo non guasta in questo ambito. Il ritmo particolarmente cadenzato rende il sound parecchio claustrofobico e renderebbe al massimo in un locale buio ricco di fumo illuminato solamente da una luce stroboscopica.
Il brano che forse convince di meno è “Requiem for a dream”, non fosse altro per una voce che, in questo caso, risulta essere poco adatta al genere proposto dalla band. Niente da eccepire invece dal punto di vista musicale grazie a numerose trovate sonore di indubbio valore ed incisività.
Questo “Moloko & ultra-violence” è quindi un ottimo lavoro da parte dei Latexxx Teens che ci propongono un genere che non ha molto seguito in Italia. La band in questione riesce a creare ottime atmosfere senza mai peccare di eccessiva ovvietà o banalità; il tutto è contornato da un vocalist che sa il fatto suo e riesce a dare il meglio di se in quasi tutto il cd.

Track by Track
  1. Genesis of te(chn)ocrazy 85
  2. Millennium nightmare 80
  3. Maschine zeit 83
  4. (S)aint (R)evolution 88
  5. Viral sublimination 79
  6. Requiem for a dream 77
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 88
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
84

 

Recensione di FallenAngel » pubblicata il --. Articolo letto 799 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.