Ignorance Flows «Rotten Riot» (2018)

Ignorance Flows «Rotten Riot» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
21.10.2018

 

Visualizzazioni:
118

 

Band:
Ignorance Flows
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ignorance Flows

 

Titolo:
Rotten Riot

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Francesco :: Vocals;
- Beppe :: Bass;
- Thrasher :: Drums;
- Ema :: Guitar;

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
31' 18"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.10.2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Monica Atzei - Press office
[MetalWave] Invia una email a Monica Atzei - Press office

 

Recensione

Formati nel 2014 ma con non poche successive difficoltà incontrate all’interno della line up, esordiscono con questo “Rotten Riot” gli Ignorance Flows proponendoci il loro thrash metal semplice e grezzo nella proposta ma abbastanza nitido nella resa tenendo conto che trattasi di un’autoproduzione. Le dieci tracce realizzate spaziano su andature prevalentemente dinamiche ma non troppo fantasiose nei contenuti dando di tanto in tanto l’idea della ripetitività. Ciò in ogni caso non ferma la convinzione della band che, tra riff lontanamente disposti alla Kreator e lead solo atonali alla Kerry King, si fa comunque breccia tra la massa. Alcuni brani determinano andature prevalentemente in mid tempo mentre altre risultano spinte pur risultando poco fantasiose nella proposta. La sensazione che si ha sin da primo brano è quella un po’ della staticità tenendo conto che l’intero disco sembrerebbe non decollare per rimanere ancorato al suolo a cagione di una poco elastica elaborazione dei brani. Se con “Judgement Day” si ascolta un brano non troppo tirato ma ritmicamente statico, le cose non paiono diversificarsi troppo neanche con il successivo “Rotten Riot”, caratterizzato da un discreto riff d’apertura ma da una ritmica che tenta di diversificarsi ma con una certa fatica; bella l’apertura di “Dead Man Truth” dove l’aspro e spigoloso scream offre la sua migliore espressività su una base ritmica prevalentemente in mid tempo; anche “Lethal Virus” pare convincere se non per la sua poco articolata riuscita abbastanza piatta e non troppo fantasiosa; stessa sensazione si ha anche con la successiva “Last Act of Violence”, un brano troppo lineare e quasi avulso dall’andare oltre per eccedere; “Demolition Of Reality” e la conclusiva “Ignorance Flow” offrono la prima, un quadro ritmico che poco si distacca da quanto sin ora ascoltato stanti i vari tentativi della chitarra a cercare di spronare il tutto e la seconda un tentativo di svincolarsi dalla situazione sin ora strutturata in favore di un qualcosa di appena più accattivante. Il disco, al di là di una accettabile produzione, non offre in definitiva un quadro compositivo troppo fantasioso ed attraente necessitando la rivisitazione di un insieme di elementi che possano in qualche modo spronare la band a varcare orizzonti maggiormente fantasiosi e creativi.

Track by Track
  1. Judgement Day 55
  2. Rotten Riot 55
  3. IH-870 60
  4. Dead Man Truth 60
  5. Lethal Virus 60
  6. Last Act Of Violence 60
  7. Society Wrecker 55
  8. Zero Song S.V.
  9. Demolition Of Reality 60
  10. Ignorance Flows 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
59

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 21.10.2018. Articolo letto 118 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.