Guineapig «Bacteria» (2018)

Guineapig «Bacteria» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
23.09.2018

 

Visualizzazioni:
165

 

Band:
Guineapig
[MetalWave] Invia una email a Guineapig [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Guineapig [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Guineapig [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Guineapig

 

Titolo:
Bacteria

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Fra :: guitar and vocals;
- Alessio :: bass and vocals;
- Gina :: drums

 

Genere:
Grindcore / Death Metal

 

Durata:
39' 4"

 

Formato:
Vinile 12"

 

Data di Uscita:
2018

 

Etichetta:
Spikerot Records
[MetalWave] Invia una email a Spikerot Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Spikerot Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Spikerot Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Spikerot Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il trio dei Guineapig, band formatasi tra membri precedentemente appartenuti ad altre realtà tra cui Rabit Dogs, Ultimo Mondo Cannibale e SpermBloodShit, propone in ristampa e formato Lp per una mezz’ora abbondante di ascolto, il proprio massacrante goregrind metal intitolato “Bacteria”, un disco in evidenza rispetto alla massa sia per la buona produzione che lo caratterizza ma anche per la cura e la buona resa in generale offerta dai ben quattordici brani tra cui due demo finali e una cover. Come si accennava, la band offre un quadro compositivo piuttosto lineare e ben comprensibile attraverso i vari passaggi che, pur non essendo particolarmente tecnici nei contenuti, si contestualizzano maggiormente su andature moderate non prive di accelerazioni; il potente growl si scaglia con imponenza sul tutto dando quella giusta quanto corretta dose di aggressività alternata tra un riff e l’altro. I brani, stante la loro breve durata, scorrono in maniera rapida ma difficilmente danno l’idea di essere noiosi o ripetitivi; ritmiche piuttosto compatte con andature decise e d’effetto, danno nel complesso un’idea discreta del contenuto del lavoro con immancabili richiami che ricordano band del calibro di Mortician, al punto che la stessa band ne omaggia le lodi con il brano conclusivo del platter. A conclusione dell’ascolto, ci troviamo in presenza di un disco non avventato ma dai contenuti divertenti resi da una struttura compositiva che nel complesso di rivela massiccia ma con qualche piccola cosa da rivedere soprattutto nei passaggi ritmici più diretti non sempre realizzati in maniera così esemplare.

Track by Track
  1. Coccobacilli Shotgun 65
  2. Pathogen Stimulator 70
  3. Plasmodium 70
  4. Maruta 70
  5. Epidemic 70
  6. Project Sunshine 70
  7. Defoliation Bacilli Bomb 70
  8. Spastic Genoma Spread 65
  9. Cyclopia 70
  10. Terminator Mosquito 70
  11. Variola Major 70
  12. Rice Blast Fungus 70
  13. Fatal Paralytic Illness 65
  14. Defoliation Bacilli Bomb (Demo 2013) 65
  15. Variola Major (Demo 2013) 65
  16. Darkest Day Of Horror (Mortician cover) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 23.09.2018. Articolo letto 165 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.