Princess «Princess» (2018)

Princess «Princess» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
01.08.2018

 

Visualizzazioni:
629

 

Band:
Princess
[MetalWave] Invia una email a Princess [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Princess [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Princess [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Princess [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Princess [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Princess [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Princess [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Princess

 

Titolo:
Princess

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Freddie Wolf :: Vox
Orlando Monteforte :: bass
Mattias Battista :: Guitar
Max Brodolini :: Guitar
Mauro Manzoni :: keyboards
Alfonso Corace :: Guitar
Vlad Melchiorre :: drums

 

Genere:
Hard Rock / Prog Metal

 

Durata:
48' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.05.2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Interessante primo album prog rock dei Princess da Roma, che con questo debut autointitolato ci propongono circa 48 minuti di un prog rock a componente teatrale abbastanza marcata, come del resto già alcuni titoli delle canzoni ci fanno capire. Infatti, questo disco va preso come se fosse un blocco unico: le canzoni non si fanno notare per qualche momento in particolare, ma nel complesso.
L’opener appositamente chiamato “Theatrical Opera” infatti testimonia tutto ciò: si tratta di un brano spiccatamente rock con venature progressive, e con una struttura che rifugge l’attacco frontale per preferire un mood tipo musical e che di fatto si trasporta nelle canzoni successive, dove il mood evolve in qualcosa di più struggente nelle due canzoni successive, e che si riversano in situazioni quasi narrative, come la quarta e la quinta canzone, per poi variare in qualcosa più tipicamente progressive e keyboard oriented nella seconda parte dell’album, tutt’al più inframezzata da un brano più diretto, semplice e più rockeggiante come “Princess”, un brano breve, poco più lungo di 3 minuti, e che comunque suona completo, frutto di una band che pur suonando pomposa, riesce a non suonare spocchiosa o autoreferenziale, evitando di riempire le canzoni di orpelli e fronzoli. E questa è infatti la sensazione che si avverte a fine ascolto: “Princess” è un album ricercato e sicuramente pomposo, con qualche mania di grandezza, ma che riesce comunque a suonare sobrio, mai sopra le righe e mai troppo astratto, risultando in un compendio di emozioni presenti ma comunque mai sbattute in faccia e da analizzare per l’ascoltatore, a cui i 48 minuti di durata non peseranno. Certo, c’è forse come difetto una certa freddezza esecutiva, che fa esagerare l’album al contrario, ovvero rendendolo a volte un po’ troppo abbottonato, ma non è un difetto grave. “Princess” è e resta comunque un buon inizio discografico, consigliabile al pubblico precisino e maniacale del prog rock.

Track by Track
  1. Theatrical Opera 75
  2. Freed Prisoner 75
  3. El dia antes del manana 80
  4. Reborn 75
  5. Losing my faith 75
  6. Space 80
  7. Funky Fusion 70
  8. I'd like - Intermezzo S.V.
  9. Till the end of time 75
  10. Princess 80
  11. God save the goblin 75
  12. Today (Talk Talk cover) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 01.08.2018. Articolo letto 629 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.