Marco Bonvicini «The London Session» (2018)

Marco Bonvicini «The London Session» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Susie Ramone »

 

Recensione Pubblicata il:
21.07.2018

 

Visualizzazioni:
370

 

Band:
Marco Bonvicini
[MetalWave] Invia una email a Marco Bonvicini [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Marco Bonvicini [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Marco Bonvicini [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Marco Bonvicini [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Marco Bonvicini

 

Titolo:
The London Session

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marco "Bonvi" Bonvicini: voce e chitarre; Alberto Manuzzi, piano; Loris Peverani, batteria; Rodolfo Valdifiori,basso; Teo Treska, violino

 

Genere:
Progressive Rock

 

Durata:
16' 32"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
29.01.2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
E-Grapes Promotion
[MetalWave] Invia una email a E-Grapes Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di E-Grapes Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di E-Grapes Promotion

 

Recensione

Vibrati precisi e cristallini: un tessuto vocale in sinergica armonia con la chitarra acustica, melodie gradevoli e gentili, ispirazione tradotta in un elegante e brioso sound pop-folk. Sono le caratteristiche peculiari di “The London Session”, il terzo album di Marco “Bonvi” Bonvicini, EP pubblicato nel febbraio 2018. Il cantautore bolognese, forte di un’esperienza decennale live e studio, riesce a trasmettere in modo perfetto la sua essenza musicale in questo lavoro autoprodotto e curato con grande raffinatezza, sia a livello compositivo che tecnico. Già insegnante di canto per la Music Academy 2000 e membro di svariate band del territorio bolognese, quali LeitMotiv e Novevite, Bonvi ha fondato la rock band Mantrika, pubblicando per il gruppo ben quattro album. Il poliedrico cantautore, che è anche compositore musicale per la compagnia Panta Rei di Bologna, ha inoltre collaborato con numerosi musicisti professionisti che, a loro volta, hanno prestato il loro talento per artisti del calibro di Antonella Ruggiero, Elisa, Lucio Dalla, Vasco Rossi, solo per citarne alcuni. Dopo “Come dico io” del 2009 e “2UE” del 2012, Marco “Bonvi” Bonvicini scrive dunque “The London Session”, EP completamente in inglese e registrato a Londra, nei Livingston Studios, in cui l’autore, alla voce e alla chitarra, è accompagnato dalla sua band formata da Alberto Manuzzi al piano, Loris Peverani alla batteria, Rodolfo Valdifiori al basso e Teo Treska al violino. L’Ep è aperto da “We Live on”, brano che evidenzia la sinergia tra voce e chitarra. Evidente è il background lirico di Bonvi, dati gli acuti ed i vibrati molto precisi. Estese, poi, sono le parti di pianoforte, per un risultato di gradevole melodia dal ritmo tipicamente flok-pop. Segue il brano “Dreamers”, più lento rispetto al precedente, ma simile per quel che riguarda la costruzione melodica. Preponderanti sono, rispetto agli altri strumenti, le parti di violino in “The Moon”, singolo che ha anticipato l’uscita dell’EP. Un ritmo gioioso e più folk rispetto alle altre, caratterizza la canzone, che richiama lo stile cantautorale alla Bob Dylan. Il timbro cristallino di Bonvi ricorda, a nostro avviso, lo stile vocale di Alex Baroni. In “EveryDay”, poi, è chiaro il riferimento alle sonorità di Marvin Gave mentre dolce e struggente, anche per le preponderanti parti di violino, è la ballata “Looking Oyt The Stars”, che chiude l’EP.

Track by Track
  1. We Live On 75
  2. Dreamers 70
  3. The Moon 70
  4. EveryDay 70
  5. Looking Out The Stars 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Susie Ramone » pubblicata il 21.07.2018. Articolo letto 370 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.