John Malkovitch! «The Irresistible New Cult Of Selenium» (2018)

John Malkovitch! «The Irresistible New Cult Of Selenium» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
21.07.2018

 

Visualizzazioni:
648

 

Band:
John Malkovitch!
[MetalWave] Invia una email a John Malkovitch! [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di John Malkovitch! [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di John Malkovitch!

 

Titolo:
The Irresistible New Cult Of Selenium

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
unknown

 

Genere:
Post-Rock / Metal

 

Durata:
47' 37"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
12.01.2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Non male questo album dei John Malkovitch!, una band dalla provincia di Perugia dalla formazione non descritta, e che ci propone più di tre quarti d’ora di un buon esempio di musica post psichedelica strumentale, del tutto estranea al metal.
La forza di quest’album è infatti il trasporto delle atmosfere nei brani, una caratteristica invero abbastanza rara in questo genere, e che i JM invece sanno fare bene, proponendoci dei suoni minimali all’inizio delle loro canzoni, che poi evolvono pian piano e vengono sempre più elaborati, fino a sbocciare soffusi nella opener, o fino a diventare più mossi e densi nella seconda canzone, che tra l’altro dimostra di saper spaziare tra parti arpeggiate ipnotiche a metà brano, fino a parti più pesanti in conclusione. E se “Zenit” conferma il lato più mellow della band, è “Nadir” a portare un po’ più di easy listening nel songwriting dei JM, con un’altra partenza minimale che lascia spazio perfino a qualche riff con chitarra solista, che rende il tutto molto meno astratto. Si conclude così questo “The Irresistible...”, un album magari che non riscriverà la storia, ma che senz’altro può fare la felicità degli amanti della musica post psichedelica, a cui questo lavoro è consigliato.

Track by Track
  1. Darker Underneath The Surface 75
  2. Twice in a moment, once in a lifetime 75
  3. Zenit 75
  4. Nadir 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 21.07.2018. Articolo letto 648 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.