Origod «Solitude in Time and Space» (2018)

Origod «Solitude In Time And Space» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
06.07.2018

 

Visualizzazioni:
324

 

Band:
Origod
[MetalWave] Invia una email a Origod [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Origod [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Origod [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Origod

 

Titolo:
Solitude in Time and Space

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Vincenzo Circosta :: Vocals
Dario Chiadini :: Guitars
Marco Miglietti :: Bass
Luciano Cotta :: Drums

 

Genere:
Post-Rock / Hardcore

 

Durata:
47' 36"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.03.2018

 

Etichetta:
Argonauta Records
[MetalWave] Invia una email a Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Argonauta Records

 

Distribuzione:
Goodfellas
[MetalWave] Invia una email a Goodfellas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Goodfellas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Goodfellas
Cargo Records
[MetalWave] Invia una email a Cargo Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cargo Records
Bertus
[MetalWave] Invia una email a Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Bertus

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Bella prova d’orgoglio per i Torinesi Origod, che con questo secondo album ci mostrano un buon esempio di come fare Alternative mischiato allo sludge senza per questo suonare mosci o troppo melodici.
Sì perché la forza di questo “Solitude in time and space” sta proprio in questo, nel fatto di essere qualcosa di sperimentale, ma mai astratto o poco godibile, o ancora peggio monocromatico. Si passa infatti da una “Reaching out” abbastanza sludgy e alternative e quindi vagamente sbilenca, ad una “Perception of dreams” decisamente più lineare e rabbiosa, con una “Confession” più introversa e tipicamente alternative, complensata dalla più Sludge oriented “City of pain”, il tutto con un tiro delle composizioni davvero apprezzabile, che si denota nelle migliori del lotto “Now” e “ Welcome to the new world”, il tutto per un risultato dunque cerebrale, come detto, ma in qualche modo comunque più che godibile e scorrevole anche quando le ritmiche si fanno spezzettate e più dispari, come in “Icy Breath”. Con l’unico difetto, probabilmente, che le canzoni sono un po’ ingombranti di minutaggio, dove qualche fronzolo può essere tolto e dove probabilmente alcuni ritornelli possono uscire un po’ meglio, leggermente zavorrati da una musica così strutturata, che certi arrangiamenti persistono sia nella strofa che nel ritornello, e per questo il ritornello stesso può uscire un po’ meglio. Ma non si tratta di qualcosa di grave: la ricercatezza musicale di quest’album sopravanza alla grande questo difetto, e “Solitude in time and space” si fa comunque ascoltare alla grandissima, nonostante alcuni peccati di grandezza.
Se lo sludge e particolarmente l’alternative sono il genere che più v’interessa, il secondo disco degli Origod” rappresenta un bell’acquisto.

Track by Track
  1. Reaching out 75
  2. Perception of dreams 80
  3. Welcome to the new world 80
  4. Strident chords 75
  5. Confession 75
  6. Icy Breath 75
  7. City of pain 75
  8. Now 80
  9. Solitude in time and space - Outro S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 06.07.2018. Articolo letto 324 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.